Manca poco...

Sto cercando...

Mollica raddoppia e diventa grande

Dario Ujetto
Condividi

Nei giorni scorsi abbiamo chiaccherato con Tommaso Seinera, il giovane inventore di Mollica. Per i pochi che non lo sapessero, è un format di panini che affaccia su piazza Madama.

Aperto da giugno 2017, fra poche settimane raddoppierà ed aprirà in zona via Rossini.

Mollica ha avuto da subito un discreto successo, puntando su un prodotto ormai universale come il panino e sapendo evolvere crescendo.

Per esempio il pane, prima ad opera di Andrea Bertino è oggi invece prodotto internamente grazie al nuovo socio di Seinera.

La rete dei fornitori, con alcune sostituzioni, è sempre scelta in base all’artigianalità e alle dimensioni dell’azienda. Si prediligono piccole aziende, con agricoltori o allevatori giovani.

“Fare rete” è l’obiettivo di Mollica e dei suoi soci, una chiave per offrire qualcosa di veramente posizionante nel concorrenziale mondo delle paninoteche (anche gourmet).

Aperti a pranzo e cena, la modalità di servizio con il cliente non è cambiata. Si sceglie il pane, dalla focaccia (6€ normale e 6,5€ l’integrale) al pane bianco (5€) e poi si farcisce come si vuole in base agli ingredienti presenti in negozio.

A livello di comunicazione sono ovviamente i social a farla da padrone. Alcune ads di Facebook ed eventi spinti sulla piattaforma hanno assicurato ottime affluenze di pubblico.

Mollica collabora anche con alcuni Instagramers locali.

La chiave del successo del format è sicuramente la freschezza della proposta e la qualità a prezzi accessibili. La sfida sarà mantenere gli standard anche di fronte alla moltiplicazione delle sedi.

Mollica, piazza Madama Cristina 2 bis, Torino.
mob. 333 744 6737

Mollica Torino

Tag:
Dario Ujetto
Dario Ujetto

Da adolescente senza computer a quasi quarantenne googleiano DOC. Ovvero: come passare dalla lettura del giornale cartaceo, alla scrittura di un blog in meno di un nano secondo. Ma mi occupo anche di marketing, cibo, libri e comunicazione.

  • 1

Ti potrebbe piacere anche...

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.