Manca poco...

Sto cercando...

Si è spento Marco Brignone, mecenate visionario

Condividi

Nella notte del 17 agosto si è spento Marco Brignone, il fondatore di Edit.

Nato nel 1938, è stato Vice-Presidente della Banca Brignone fondata dal padre nel 1926. Ma da spirito libero e visionario, ha sempre affiancato anche il ruolo di imprenditore e promotore del territorio torinese.

Fra le anime del comprensorio di San Sicario, dal 2017 aveva aperto in piazza Teresa Noce il polo EDIT. Una vera riqualificazione urbana, seppur fra mille difficoltà.

Grande collezionista d’arte, credeva fortemente nel legame fra cibo ed arte.

Segnaliamo e riproponiamo la bella intervista del 2018 rilasciata al Giornale dell’Arte.

Così spiegava il perchè lanciare EDIT in Barriera di Milano: “Barriera di Milano è la Circoscrizione di Torino che ha avuto negli ultimi 10 anni più attenzione da parte del Comune. È stata riqualificata molto bene. Io la frequentavo ogni tanto, in quanto amico di artisti e galleristi che nel frattempo si erano trasferiti qui. Mi hanno proposto la manica ovest dell’ex Incet e senza sapere cosa farne, ma affascinato dalla struttura industriale della fine dell’Ottocento mi sono avventurato in questa impresa, nonostante la crisi immobiliare, che purtroppo esiste ancora. Ma Torino, la mia città, è troppo bella per non crescere e meritarsi di più. Think positive!“.

Dopo la rifocalizzazione di EDIT sulla birra artigianale e l’apertura di Milano, Marco Brignone è stato anche uno dei promotori di Porto Urbano ai Murazzi.

Una grave perdita per il territorio torinese e il mondo dell’arte. Funerali in forma privata.

Tag:
Dario Ujetto

Da adolescente senza computer a quasi quarantenne googleiano DOC. Ovvero: come passare dalla lettura del giornale cartaceo, alla scrittura di un blog in meno di un nano secondo. Ma mi occupo anche di marketing, cibo, libri e comunicazione.

  • 1

Ti potrebbe piacere anche...

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.