Manca poco...

Sto cercando...

Murazzi di Torino: con EDIT la volta buona?

Condividi

Diego Molino su La Stampa ci informa che la “riqualificazione” dei Murazzi di Torino ha nuovi volti e protagonisti.

Per la precisione la famiglia Brignone con la loro EDIT, insieme ad un gruppo di imprenditori ancora in fase di definizione (ma sarà della partita Fabrizio Bocca, fondatore di Fassoneria).

Un’impresa che ha visto negli anni molti tentativi, tutti abortiti o realizzati solo in parte. Sarà la volta buona?

Riqualificare un luogo che per una certa generazione di torinesi è ormai un mito o un luogo sacro non sarà facile, ma rappresenta un obiettivo imprenditoriale solido.

La rinascita di Torino passa anche, e soprattutto, dalla riqualificazione e rinascita del suo lungo fiume. Luogo simbolo ma ormai abbandonato ai libri di storia.

Attraverso un accordo fra privati, le arcate sul lato destro dei Murazzi che fanno parte dei Magazzini Devalle vedranno un nuovo format ideato dalla famiglia Brignone.

Uno dei partner sarà Edit, che circa tre anni fa fece rinascere l’area ex Incet nel quartiere di Barriera di Milano. Un format che ha subito evoluzioni e cambiamenti di rotta, ma che è sopravvissuto ad anni impossibili.

“Nella primavera del 2022 vogliamo essere pronti per inaugurare, i lavori dentro i locali dovrebbero cominciare a gennaio, siamo in attesa di alcune autorizzazioni comunali – conferma il Ceo di Edit, Giovanni Rastrelli – l’ambito è quello della somministrazione: sarà un luogo che vivrà soprattutto in orario serale”.

Una componente importante sarà proprio quella della produzione artigianale di birre da parte di Edit, affiancata da altre realtà imprenditoriali locali.

Murazzi di Torino: le tappe 2022

Fra gli imprenditori c’è Fabrizio Bocca, fondatore della catena Fassoneria. Altri partner saranno annunciati nelle prossime settimane.

A inizio anno gli interventi saranno dedicati al rifacimento degli impianti, che dovranno essere rialzati per ovviare al problema delle piene stagionali del Po.

La definizione degli ambienti interni sarà curata dallo studio di architettura e design Matilde, già attiva in EDIT e Villa Crespi.

La nuova realtà occuperà quasi la metà delle arcate nei Magazzini Devalle (cinque sulle undici complessive), su una superficie di quattrocento metri quadrati.

Nel frattempo, la proprietà dei muri dovrebbe far partire il restauro conservativo dei portoni originali.

Tag:
Elena Belliardi

Appassionata di nuove tecnologie, web e comunicazione. Web professional, content editor, translation team leader, ma anche cultrice del cibo e del bere buono e - ahimè - super golosa!

  • 1

Ti potrebbe piacere anche...

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.