Manca poco...

Sto cercando...

Massimiliano Prete triplica con Porta delle Terres Monviso

Dario Ujetto
Condividi

Massimiliano Prete triplica la sua presenza in Piemonte dopo aver vinto un bando promosso dal Comune di Saluzzo.

Sarà il gestore della Porta delle Terres Monviso nell’ala di piazza Buttini. Prete è risultato il vincitore del bando di gara promosso dal Comune di Saluzzo per la gestione della struttura che sarà un ristorante e una caffetteria e anche un emporio delle eccellenze enogastronomiche del territorio.

Con i lavori di riqualificazione saranno anche ricavati locali per un nuovo ufficio di informazioni e accoglienza turistica e promozione e un’ampia sala conferenze a disposizione del gestore e della comunità cittadina per corsi e riunioni.

La nuova Porta delle Terres Monviso è stata progettata come un unico ed innovativo contenitore dove gustare le specialità di Massimiliano Prete, mettere in vetrina le eccellenze della zona, accogliere residenti e visitatori per informarli e dove saranno svolte le funzioni di tour operator per
commercializzare in Italia ed all’estero i pacchetti di visita di Saluzzo e delle Terre del Monviso.

Intanto il Comune sta per avviare il cantiere di restauro del sito. Sono nove le ditte che hanno partecipato alla gara d’appalto.

L’aggiudicazione sarà fatta nei prossimi giorni. È prevista una spesa a base d’asta di 1 milione 170 mila euro, cifra finanziata anche con fondi europei all’interno del Piter Alcotra «Terres Monviso», oltre che con risorse provenienti dalle casse comunali.

I lavori dovranno essere ultimati in 300 giorni.

“Sognavo da tempo un luogo e un progetto – afferma Prete – capaci di accogliere il mio concetto di cibo, di celebrare l’eccellenza dell’enogastronomia saluzzese e di esprimere il mio amore ed il mio legame con questo territorio”.

Un proprio e vero di progetto di riqualificazione urbana e promozione territoriale che rende Prete il testimonial ideale del territorio saluzzese.

Massimiliano Prete: dal Salento al Piemonte

Massimiliano Prete, originario del Salento, è un piemontese d’adozione.

Ha iniziato il suo percorso imprenditoriale proprio a Saluzzo, come pizzaiolo e pasticcere, proseguendo con l’apertura di locali anche ad Alba e Torino, evolvendo in collaborazioni e docenze presso prestigiose università ed istituti di cucina e gastronomia italiani, tra cui l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e Cast Alimenti di Brescia.

Ha ricevuto riconoscimenti e premi: oltre ai 3 spicchi Gamberorosso, dalle guide L’Espresso, dal Gatti-Massobrio, Where to eat Pizza, Maestro d’Impasti Gambero Rosso, Ambasciatore della Pizza Slowfood, Ambasciatore del Gusto ADG Italy.

Tante le collaborazioni con eccellenze della cucina italiana quali gli chef Enrico Crippa, Corrado Assenza, Loretta Fanella, Matteo Baronetto, Gabriele Bonci.

Attualmente è titolare dei locali Gusto Divino a Saluzzo e Sestogusto a Torino.

Tag:
Dario Ujetto
Dario Ujetto

Da adolescente senza computer a quasi quarantenne googleiano DOC. Ovvero: come passare dalla lettura del giornale cartaceo, alla scrittura di un blog in meno di un nano secondo. Ma mi occupo anche di marketing, cibo, libri e comunicazione.

  • 1

Ti potrebbe piacere anche...

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.