Manca poco...

Sto cercando...

Ristorazione torinese: quali novità per il fine 2020

Dario Ujetto
Condividi

Quando si parla di ristorazione torinese e Natale 2020 (ma questo vale per tutta Italia) il condizionale è sempre d’obbligo. C’è sempre un nuovo DPCM alla porta, e gli imprenditori sono pronti all’estrema flessibilità.

Noi abbiamo raccolto le voci di alcune aziende. E continuano ovviamente i delivery, alcuni raccolti e raccontati anche da Eat Piemonte.

Eragoffi: Natale e Capodanno + EraWay

EraGoffi si prepara per le feste natalizie e presenta i suoi nuovi menù.

La scelta è quella di aprire la sala del locale ai clienti a ridosso di Natale e di Capodanno mentre, fino a quando sarà consentita solo l’apertura diurna, EraGoffi aprirà per il pranzo solo nei weekend e, in settimana, esclusivamente su richiesta.

Il 24, 25 e 26 dicembre il locale di corso Casale 117 sarà aperto a pranzo con due menù a 60 euro realizzati in collaborazione con Alberto Massucco Champagne: proposta onnivora e proposta vegetariana.

Prosegue anche per Natale il delivery EraWay che prevede un apposito box consegnato nei giorni 24, 25 e 26 dicembre (menù completo a 50 euro con la possibilità di aggiungere una bottiglia di Alberto Massucco Champagne in abbinamento a 30 euro).

EraWay Natale è ordinabile fino alla mezzanotte del 23 dicembre al numero 389.666.72.93

Il 31 dicembre e il 1 gennaio EraGoffi sarà invece aperto a pranzo con due menù a 75 euro realizzati sempre in collaborazione con Alberto Massucco Champagne.

Il delivery EraWay di Capodanno si potrà ordinare per il 31 dicembre e il 1 gennaio con un apposito box a 60 euro (possibilità di aggiungere una bottiglia di Alberto Massucco Champagne in abbinamento a 30 euro).

EraWay Capodanno è ordinabile fino alla mezzanotte del 30 dicembre al numero 389.666.72.93

A queste proposte, per il periodo natalizio, si aggiunge il box Dispensa di EraGoffi, pensato come idea regalo per valorizzare i produttori con cui abitualmente il ristorante torinese lavora. Il box sarà disponibile dal 15 dicembre al 6 gennaio al costo di 70 euro.

Il Box Dispensa Era Goffi è ordinabile dal martedì alla domenica entro le ore 18 per la consegna giornaliera al numero 389.666.72.93

Ristorazione torinese: San Giors e Cornoler

Due stelle nascenti della ristorazione torinese hanno annunciato i loro menù natalizi.

Albergo Ristorante San Giors:

  • Vitello tonnato, tonno di coniglio e acciughe con bagnetto rosso;
  • Lingua di vitello, cavolo viola disidratato, spugna al prezzemolo, caramello di aceto di lamponi;
  • Salsiccia di Bra, patate e bagna caoda;
  • Risotto con salam patata, carciofi e yuzu;
  • Ravioli di cappone in brodo;
  • Brasato di vitello alle nocciole con patate, topinambur e castagne;
  • Aspic all’arancia, zabaione al moscato, panna montata e panettone croccante.

Il costo del menù è 55 euro compreso calice di benvenuto. Questo invece il link per consultare il menù di asporto e delivery con tutte le specifiche (comprende anche la vendita di pane/torte e pasta fresca).

Cornoler:

Anche il Cornoler prevede sia il servizio in sala che l’asporto. Si può pranzare in sala oppure passare a ritirare il pranzo entro le ore 11,00 del 25/12.

In sala il costo è di 45 euro a persona bevande escluse, per asporto 40 euro a persona (prenotazioni entro il 23/12 allo 011.19217540:

  • Battuta di gamberi, caviale di melagrana e terra di bacon;
  • Tarte tatin di porri di Cervere e foie gras;
  • Tortelli di Cappone di Morozzo nel suo brodo;
  • Petto d’ anatra, pastinaca e cavolo nero croccante (prevista solo in sala);
  • Guancia di manzo al refosco, pastinaca e cavolo nero (prevista per asporto);
  • Semifreddo al mandarino con salsa al cacao e grappa***.

Le novità di Bricks

Il locale 2 Spicchi nella Guida Gambero Rosso 2021, Bricks, ha riaperto domenica 13 dicembre.

Riapre a pranzo dal martedì alla domenica dalle 12,30 alle 15,00 compresi i giorni che vanno dal 26 al 30 dicembre, proseguendo i servizi di consegna alla sera, dalle 18,00 alle 22,00.

“Abbiamo ideato una gift card del valore di €45, da regalare a una coppia di amici o familiari, per un pasto presso il ristorante comprensivo di un assaggio di tapas, una degustazione di pizze, un dolce e vino, birra o caffè inclusi” ci racconta Carlo Ricatto.

La seconda idea è quella del panettone, realizzato dopo un mese di studio e con l’utilizzo di lievito madre e ingredienti di prima qualità: farina Petra, canditi Agrimontana, cioccolato Callebaut e burro Corman.

Tutte le versioni del panettone sono disponibili con l’asporto e la consegna a domicilioe prenotabili al numero 011.0609529 o con l’app, scaricabile da App Store e Play Store.

Bacalhau Osteria lancia le gift card

Bacalhau Osteria lancia tre gift card: da 45€, 55€ e libera.

Da Bacalhau Osteria la tradizione della ristorazione torinese incontra quella portoghese dando origine a ricette originali e sfiziose per offrire ai commensali una vera e propria esperienza gastronomica il cui protagonista è il merluzzo del mare del Nord.

Dall’Islanda approda a Torino nella cucina dello chef Fabio Montagna.

Con l’avvicinarsi delle festività natalizie Bacalhau Osteria ha confezionato tre gift card, valide sino al 31 marzo 2021: da 45€ (un antipasto, un primo e un secondo) da 55€ (due antipasti, un primo, un secondo, un dolce) e una “libera” da definire con lo chef.

Dal 24 dicembre sino al 1 gennaio 2021 il menù diventa natalizio a tutti gli effetti come vuole la tradizione dove, soprattutto nel Veneto e nel Centro Italia – raccontano i nonni – il baccalà era una delle portate imprescindibili damettere in tavola.

Le creazioni natalizie di Fabio Montagna si possono degustare comodamente seduti in Osteria a pranzo (consigliata la prenotazione) o a casa propria sia a pranzo che a cena.

Sempre attivo il servizio asporto – ritiro del proprio ordine in Corso Regina Margherita 22 – con uno sconto del 10% e la consegna a domicilio sia a pranzo che a cena. 

Bacalhau Osteria Corso Regina Margherita 22, Torino 011 839 7975 – www.bacalhau.it

Ristorazione torinese: riapre anche il neo stellato Piano35

Alla luce del miglioramento della situazione sanitaria in Piemonte, Chef Marco Sacco riaccende i fornelli di Piano35, il ristorante torinese appena salito nell’olimpo degli stellati Michelin.

Dal lunedì alla domenica il ristorante più alto d’Italia accoglierà i clienti in pausa pranzo con una nuova proposta menù.

I Magnifici 7” sono infatti un intrigante percorso gastronomico con una selezione dei sette piatti che hanno segnato il successo di Piano35.

Compreso il Raviolo Torino con ripieno ai tre arrosti e succo di vitello.

Novità anche per la lounge, guidata dall’esperta mano di Simone Sacco, che verrà trasferita al 35° piano.

Lungo il perimetro della serra bioclimatica, lo splendido giardino che circonda la sala ristorante, verrà allestita la station che dalle 11,00 alle 18,00 proporrà i migliori cocktail della drink list di Piano35.

Un dialogo sempre più forte fra l’art mixology di Simone Sacco e l’alta cucina di Christian Balzo, resident chef di Piano35.

Tag:
Dario Ujetto
Dario Ujetto

Da adolescente senza computer a quasi quarantenne googleiano DOC. Ovvero: come passare dalla lettura del giornale cartaceo, alla scrittura di un blog in meno di un nano secondo. Ma mi occupo anche di marketing, cibo, libri e comunicazione.

  • 1

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.