Manca poco...

Sto cercando...

Golosaria 2020 diventa digitale con e-commmerce e streaming

Dario Ujetto
Condividi

Golosaria, la storica fiera enogastronomica delle eccellenze agroalimentari italiane diventa la prima piattaforma italiana che propone e-commerce diretto. Ma non solo: non mancherà un palinsesto di appuntamenti dedicati alla cultura enogastronomica, strumenti didattici, di formazione e di scambio aperto.

“Abbiamo deciso di creare un’innovativa fiera online, trasformando così Golosaria, la manifestazione che da 14 anni si tiene in autunno a Milano in un evento digitale internazionale”.

Questo l’annuncio di Paolo Massobrio, che dal 2000 organizza l’evento. Per la realizzazione della piattaforma il team di Golosaria 2020 si è affidato a Advepa Communication, un’azienda digitale italiana, da 12 anni specializzata in soluzioni in ambito virtuale, 3D e realtà immersiva, rivolta al mercato B2B e B2C. L’azienda, in particolare, annovera all’interno del proprio portafoglio una piattaforma proprietaria per fiere virtuali modulari che sta riscuotendo notevole successo a livello internazionale.

Le opportunità per i produttori saranno:

  1. La possibilità di fare vendita diretta;
  2. Essere più efficienti nel business digitale;
  3. Fidelizzazione dei clienti.

Per i visitatori e buyer l’accesso sarà gratuito e facilitato. Sarà possibile la visita contemporanea dei migliori produttori italiani con acquisti diretti e si potrà accedere a un patrimonio di conoscenza e approfondimenti sui temi del gusto italiano. L’accesso alla piattaforma sarà gestito anche in lingua inglese e saranno presenti degli strumenti che renderanno la visita ludica e divertente.

Golosaria 2020: quali vantaggi?

Il percorso di Golosaria 2020 si declinerà in 5 punti:

  1. Stand online personalizzati con strumenti promozionali e interattivi veramente interessanti (video, effetti grafici, pop up, chat dirette, accesso all’e-commerce);
  2. Individuazione di una data certa dal 28 ottobre al 2 novembre 2020, per concentrare la comunicazione e far convergere sulla piattaforma un numero importante di persone, fra professionisti del settore e consumatori curiosi;
  3. Palinsesto di attività attrattive: dagli show cooking registrati o in streaming, alle degustazioni di vini; dai talk show alle proclamazioni dei riconoscimenti;
  4. Piattaforma attiva fino alla fine dell’anno, per permettere a chiunque (dai partecipanti di quei giorni, ai normali visitatori del sito, a nuovi utenti che verranno raggiunti da una comunicazione strategica a novembre) di acquistare i prodotti;
  5. Stand personalizzato, con materiale divulgativo di alta qualità visiva, video filmati e servizi interattivi.
Tag:
Dario Ujetto
Dario Ujetto

Da adolescente senza computer a quasi quarantenne googleiano DOC. Ovvero: come passare dalla lettura del giornale cartaceo, alla scrittura di un blog in meno di un nano secondo. Ma mi occupo anche di marketing, cibo, libri e comunicazione.

  • 1

Ti potrebbe piacere anche...

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.