Manca poco...

Sto cercando...

Tags:

Oliviero Alotto: un piemontese alla Marathon des Sables

Condividi

Per lo sportivo Oliviero Alotto è il momento di fare lo zaino e partire per la 33° edizione della Marathon des Sables, che si terrà in Marocco dal 6 al 16 aprile 2018.

Oliviero Alotto ci racconta la sua esperienza. La preparazione è stata lunga: mesi di corsa, allenamenti e ore passate a leggere e rileggere il regolamento della gara. In questo ultimo anno, il desidero del giovane è stato esplorare in modo approfondito la corsa, intesa come sport di Endurance e, di conseguenza, l’alimentazione adatta a sostenerla. Gli interessava capire il dispendio energetico, le calorie e il fabbisogno proteico necessari, oltre che i cibi anti ossidanti e quelli che alleviano le infiammazioni.

Nutrizione e allentamento pre gara

Insieme a Ferdinando Giannone, nutrizionista presso la scuola di cucina Joia Accademy, Oliviero Alotto ha concepito il menù ideale per affrontare la maratona di 250 km. La maratona è suddivisa in tappe, dove i partecipanti possono consumare esclusivamente il cibo che hanno nello zaino. In questa impresa, l’atleta è supportato anche da Felicina Biorgi, biologa nutrizionista dell’Università di Torino specializzata in sport di Endurance. La Dottoressa Biorgi sta monitorando lo stato di salute di Alotto per mezzo di diversi esami, attraverso i quali verifica come un corpo allenato reagisce allo sforzo richiesto da una sfida di questa portata.

Oliviero Alotto: cosa c’è dentro il mio zaino

Il contenuto dello zaino è letteralmente vitale e deve tenere conto non solo della necessità ma anche del peso e dello spazio. I criteri usati per la scelta del contenuto dello zaino partono dalle qualità del cibo stesso. Il primo criterio riguarda la quantità di alimenti. Il regolamento della Marathon des Sables richiede che alla partenza si abbia l’equivalente di 16000 kcal, e che in ogni momento si abbiano almeno 2000 kcal per ogni giorno di gara rimasto. Il secondo criterio riguarda il rapporto spazio/peso, perché dovendo portare tutto sulle spalle bisogna cercare di ridurre il peso e lo spazio occupato dagli alimenti. Carboidrati e proteine devono essere equilibrati per poter supportare adeguatamente il fisico lungo una tratta così lunga. Un’attenzione particolare va riservata alla quantità di sale presente negli alimenti, per assicura un buon funzionamento della pompa sodio potassio.

Riso, frutta secca e disidratata e cioccolato

La fonte principale di carboidrati sarà il riso integrale precotto, preparato da Gli Aironi. Il riso sarà sempre accompagnato da una selezione di frutta e verdura disidratata. Quest’ultima comprenderà noci, zenzero, mandorle e nocciole biologiche tostate di AltaLanga. Le nocciole, come tutti i semi oleosi, sono altamente proteiche e, in particolare, sono ricchissime di vitamina B6 e altre vitamine, grassi insaturi e magnesio. Oliviero Alotto portà con sè anche la pasta di arachidi, ricchissima di proteine, un po’ di frutta rossa disidratata (ciliegie e ribes) e semi di zucca di Fior di Loto, azienda piemontese leader nel settore del Biologico. Dato che durante la maratona è consigliabile mangiare ogni 20 minuti, non potranno mancare le barrette di Raw-Bite.

Infine, non può mancare un po’ di dolcezza. Nella dieta dell’atleta abbonda il cioccolato fondente. Ormai moltissimi studi ne confermano l’importante valore nutrizionale, soprattutto per quanto riguarda la dieta degli sportivi. Se ne consigliano 40 grammi al giorno. Alotto ha scelto il cioccolato di una storica bottega torinese, Odilla.

Auguriamo buona fortuna a Oliviero Alotto per l’imminente Marathon Des Sables e speriamo di poter raccontare presto i dettagli di questa nuova avventura.

Tag:
Oliviero Alotto

Nato a Torino; amo viaggiare, assaggiare e scoprire. Divido la mia vita tra l'impegno sociale e la passione per la gastronomia e il vino. Promuovo nel mondo le eccellenze enogastronomiche italiane. Amo le corse di lunga distanza e in particolare i trail running oltre i 100 km.

  • 1

Ti potrebbe piacere anche...

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.