Manca poco...

Sto cercando...

Perchè lo sbarco di Conterno a Gattinara è una bella notizia

Dario Ujetto
Condividi

Conterno a Gattinara è un ‘ottima notizia per il Piemonte. Perchè i grandi nomi che hanno fatto grande ed internazionale i vini e il territorio di Langa, possono “esportare” il loro know-how e il loro patrimonio di credibilità anche su altri territori, in questo caso l’Alto Piemonte.

La nuda cronaca. Wine News ha anticipato la notizia dell’acquisizione di Conterno a Gattinara, e più precisamente del 90% della storica cantina Nervi. L’acquisto è avvenuto a seguito della liquidazione dei precedenti soci norvegesi, fatta eccezione per un 10% di Erling.

Conterno a Gattinara: perchè?

Roberto Conterno ha dichiarato – “conosco Erling da molti anni e ho sempre apprezzato il suo lavoro con questa cantina – dice il titolare della celebre azienda Giacomo Conterno di Monforte .

Un mese fa mi ha detto: “Mi piacerebbe che Nervi facesse un salto di qualità e vorrei che fossi tu a farglielo fare”. Non ci ho pensato due volte: mi sono confrontato con la mia famiglia e alla fine abbiamo deciso di rilevare vigneti e cantina, lasciando il 10 per cento ancora ad Erling Astrup”.

Il prezzo d’acquisto non è stato svelato: le viti di nebbiolo coprono una superficie complessiva di 27 ettari nei vigneti Casacce, Garavoglie, Molsino, Ronchi e Valferana, in un anfiteatro naturale dominato dal Monte Rosa.

Conterno a Gattinara: un trend duraturo?

Occasione commerciale ma anche voglia di valorizzare il Nebbiolo fuori da Langa: “per me è il vitigno migliore al mondo e l’idea di confrontarmi con lui su terreni diversi da quelli di Langa, ma distanti un’ora e mezza di auto, mi affascina”.

Dopo l’acquisizione di terreni da parte di Fontanafredda nell’area di Monleale per produrre Timorasso, un altro barolista esce dalla Langa per valorizzare un’altra zona piemontese del vino dall’alto potenziale.

Un circolo virtuoso, destinato ad alzare quotazioni e ricavi anche di altre aziende facenti parte delle aree DOCG.

Tag:
Dario Ujetto
Dario Ujetto

Da adolescente senza computer a quasi quarantenne googleiano DOC. Ovvero: come passare dalla lettura del giornale cartaceo, alla scrittura di un blog in meno di un nano secondo. Ma mi occupo anche di marketing, cibo, libri e comunicazione.

  • 1

Ti potrebbe piacere anche...

1 Commento

  1. Avatar
    DARIO BERTOLI 10 Ottobre 2018

    Grazie Dario, mi hai dato alcune chicche 🙂

    Rispondi

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.