Manca poco...

Sto cercando...

Tags:

L’esplorazione di Riso Gallo e la filiera del riso

Dario Ujetto
Condividi

Riso Gallo e la filiera del riso. L’azienda pavese sta esplorando le potenzialità della filiera del riso. Come? Partecipando al capitale di startup innovative legate all’economia circolare.

La startup Mogu ha chiuso un round di finanziamento da 1,1 milioni euro, a cui ha appunto partecipato anche Riso Gallo.

Si tratta della seconda chiusura in pochi giorni per il gruppo alimentare legato al riso, dopo quella riguardante Ricehouse.

Oltre a Riso Gallo, ha investito in Mogu anche il fondo Progress Tech Transfer.

Mogu, amministrata da Stefano Babbini, sviluppa prodotti circolari per la realizzazione di elementi d’arredamento per interni sulla base di processi di bio-fabbricazione fungina (mycelium technology) e di upcycling di materia grezza a basso valore.

Il round di investimento consentirà all’azienda di Inarzo (Varese) di sostenere i piani di crescita nel settore dei biomateriali applicati al segmento design ed architettura, ampliando la propria offerta commerciale nel settore del design e rafforzando la propria divisione ricerca e sviluppo.

La partecipazione di Riso Gallo al round punta a esplorare nuove opportunità di valorizzazione nella propria filiera.

Riso Gallo e la filiera del riso: l’investimento in Ricehouse

Riso Gallo ha partecipato anche all’aumento di capitale di Ricehouse, la startup società benefit che trasforma gli scarti derivanti dalla lavorazione del riso in materiali naturali per la bioedilizia.

Con l’investimento di 600.000 euro sono entrati nel capitale di Ricehouse anche Boost Heroes (Gruppo B Holding), Impact Hub, a|impact e l’imprenditore Jean-Sébastien Decaux, azionista di JcDecaux Holding e di JcDecaux SA, oltre al club di investitori Angels4Impact e Angels4Women.

L’iniezione di nuovo capitale permetterà alla startup di sviluppare nuovi progetti e raggiungere gli obiettivi prefissati: 3 milioni euro di fatturato per il 2021, che equivale a 10 volte il fatturato 2020, oltre all’espansione in nuovi mercati esteri.

Fondata nel 2016 da Tiziana Monterisi (architetta specializzata in architettura bio-ecologica) e Alessio Colombo (geologo), Ricehouse offre un servizio che spazia dalla progettazione allo sviluppo di nuovi materiali edili 100% naturali (idonei per il superbonus 110%), fino alla consulenza per le aziende che vogliono utilizzare prodotti naturali come materie prime.

Tag:
Dario Ujetto
Dario Ujetto

Da adolescente senza computer a quasi quarantenne googleiano DOC. Ovvero: come passare dalla lettura del giornale cartaceo, alla scrittura di un blog in meno di un nano secondo. Ma mi occupo anche di marketing, cibo, libri e comunicazione.

  • 1

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.