Manca poco...

Sto cercando...

Portici e Caruggi: Torino e Genova non si fermano

Elena Belliardi
Condividi

Mercoledì 4 marzo da Affini Rivendita2 a Torino si svolgerà una serata dedicata ai sapori e alla creatività di due città che non si arrendono.

Il Gradisca Caffè di Genova in visita ai colleghi torinesi, per una nuova sinergia all’insegna del bere responsabile e di qualità.

Oltre la paura e l’allarmismo, perché Torino e Genova non si fermano e rispondono presente anche in questi giorni incerti e difficili.

Dalle 19,00 il cocktail bar Affini Rivendita2 (piazza della Repubblica 3 a Torino) ospiterà i colleghi del Gradisca Caffè di Genova.

Una serata all’insegna del divertimento, della mixology e del foodpairing per gustare ricette antiche e rivisitate.

“Nonostante si tratti di un momento prettamente ludico – spiega Davide Pinto, proprietario del Gruppo Affini di Torino – con “Portici & Caruggi vogliamo lanciare un segnale forte di collaborazione e vicinanza”.

Dal Vermouth al Taggiasco i sapori dei portici torinesi e dei carrugi genovesi saranno i veri protagonisti della serata.

Portici e Carrugi: cosa si mangia e cosa si beve

Un connubio intrigante, esaltato ulteriormente dall’arte miscelatoria di Michele Marzella e dallo Chef Niccolò Tealdi di Affini. In collaborazione con i rispettivi colleghi genovesi.

I cocktail, realizzati per l’occasione, andranno dal Cocktail Portici (Gin taggiasco, sciroppo alla maggiorana, limone, albumina e soda) al Cocktail Caruggi (Gin Taggiasco, sherbet basilico e pinoli tostati, gocce di salamoia, crosta di pecorino).

I piatti della tradizione ligure andranno dalla farinata alle trofie al pesto con polvere di pomodoro e formaggio prescinseua, dal calamaro ripieno su crema di bieta e chips di riso al pomodoro alla torta ligure.

Tag:
Elena Belliardi
Elena Belliardi

Appassionata di nuove tecnologie, web e comunicazione. Web professional, content editor, translation team leader, ma anche cultrice del cibo e del bere buono e - ahimè - super golosa!

  • 1

Ti potrebbe piacere anche...

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.