venerdì 31 ottobre 2014

MARTINI - BEGIN DESIRE


Martini&Rossi è ormai un brand globale. 
Da piemontesi siamo orgogliosi che il brand sia ormai rispettato a livello planetario. E brava la famiglia Bacardi a gestirlo egregiamente.
Ma operare a livello globale significa investire in comunicazione budget importanti. 
La nuova campagna #begindesire è un'esempio di come Martini&Rossi sappia sfruttare il feeling italiano del suo essere per comunicare al resto del mondo la coolness delle sue origini.

La pianificazione, ormai multiplatform storytelling, coinvolgerà Social Media, outdoor e ovviamente televisione e giornali. Regalerà la visione di una Roma e di un'Italia dove si può iniziare a sognare.

Nel finale la bellissima ragazza dello spot partirà per iniziare a sognare (come stanno facendo tanti trentenni) ma vogliamo sperare che sia un viaggio che prevede un ritorno in una Roma dalla gioiosa bellezza.
A noi lo spot e la narrazione della campagna piace molto, con uno stile perfettamente adatto ad un prodotto ormai pienamente fashion e lifestyle.

La dimostrazione che si può partire da Pessione (Chieri) e arrivare a raccontare l'Italia al Mondo! 


Il video dello spot:


mercoledì 29 ottobre 2014

STABILI I CONSUMI DEI TORINESI - ALIMENTARE IN AUMENTO


La 17a indagine sui consumi delle famiglie torinesi (universo di riferimento 250 nuclei familiari) condotta dalla Camera di Commercio di Torino indica una ripresa dei consumi ma solo per prodotti primari (fra cui l'alimentare).

La spesa media per 2.178€ (la base dati coinvolge l'anno 2013) è la medesima di 10 anni fa e il 56% della quota è coperta da spesa alimentare+casa.

L’aumento nel 2013 si concentra però su comparti primari, come il consumo alimentare (+6,4%) e l’abitazione (+5%), comprese le utenze domestiche (+12,8%). Scendono ancora invece le spese per beni e servizi non primari, come tempo libero, spettacolo, cultura (-18%), arredamento (-11,8%), vestiario (-4,1%), tutte voci già in calo negli anni precedenti.

Per quanto riguarda i generi biologici la percentuale era al 51% nel 2012, ma nel 2013 scende al 49% e al 45% nel primo semestre 2014. A crescere sono, invece, gli acquisti on line: +10 per cento rispetto al 2010, conferma la sua progressione arrivando nel 2013 a valere il 23 e il 24% nel primo semestre 2014. 
Infine la crisi dei mutui ha fatto rallentare gli acquisti a rate che scende dall’11 al 7%, scelti per necessità più che per comodità, da quattro famiglie su cinque.

QUI ULTERIORI INFORMAZIONI E APPROFONDIMENTI.


lunedì 27 ottobre 2014

FARINETTI SI INCAZZA


E questa volta la reazione di Oscar Farinetti e dei suoi dipendenti è stata dura. 

Di fronte all'ennesimo attacco del fronte mediatico di La7 (attraverso la trasmissione La Gabbia) i dipendenti di Fontanafredda, riuniti in Assemblea sindacale, hanno firmato un documento di solidarietà all'imprenditore albese.

134 dipendenti hanno messo in rete la loro difesa dopo l'ennersimo scontro fra la redazione giornalistica della trasmissione e Oscar Farinetti (QUI video).

Non entriamo nel merito della vicenda, fra l'altro avvenuta in prossimità del Salone del Gusto di Torino.
I dipendenti Fontanafredda sono attualmente 160, quindi non tutte le maestranze hanno firmato il documento.
Da sottolineare l'assoluta compattezza dei rappresentanti sindacali nel difendere l'operato di Farinetti.

L'ennesima puntata della battaglia mediatica in corso fra Eataly e il fronte Il Fatto Quotidiano-Libero-La Gabbia.

TORINO CAPITALE DEL VERMOUTH


Vino: risale gradimento Vermouth, 25 milioni litri in Italia.

(ANSA) - TORINO, 27 OTT - Torna di moda in Italia il Vermouth, con consumi pari a 25 milioni di litri in Italia nel 2013, nonostante la concorrenza di prodotti imitati e contraffatti.

E al Salone del Gusto di Torino, città dove il Vermouth è nato nel 1876, si sono riuniti con il proposito di creare un consorzio di tutela e di pianificare nuove strategie di mercato. A guidare l'incontro Giorgio Castagnotti, presidente della Martini & Rossi, e Giustino Ballato, in rappresentanza dei piccoli produttori artigianali piemontesi. 

Il Vermouth - è stato ricordato - in Italia ha vissuto un periodo di minor attenzione legato a nuove tendenze di consumo. Ma oggi la sua immagine storica e le sue caratteristiche di prodotto tradizionale lo stanno riportando in piena luce, tanto da far rinascere o rinvigorire antichi marchi artigianali. "Ci sono molte ragioni - ha detto Castagnotti - che ci inducono a dire che Torino debba essere la capitale del Vermouth: il prodotto si è sviluppato qui, attraverso le sapienti mani di artigiani liquoristi ed ora la polvere depositata su eccellenti ricette viene rimossa: i Vermouth sono rivisitati in chiave moderna o semplicemente riproposti con la giusta combinazione tra storia e contemporaneità"

"Auspichiamo - è intervenuto Ballato - la nascita di una associazione di produttori piemontesi di Vermouth. Siamo pronti a lavorare insieme anche alle istituzioni per tutelare il prodotto e rendere il Vermouth di Torino un marchio inconfondibile conosciuto in Italia e all'estero"

L'iniziativa di tutela del Vermouth ha già raccolto un'adesione politica bipartisan dai senatori piemontesi Maria Rizzotti (Forza Italia), Stefano Esposito (Pd), Stefano Allasia (Lega Nord) e Marco Scibona (Movimento a 5 Stelle). 

mercoledì 22 ottobre 2014

VALVERDE - COOPERATIVA 100% PIEMONTE

La Cooperativa ValVerde ci ha contattato per segnalarci alcuni appuntamenti durante il Salone Internazionale del Gusto di Torino (da giovedì 23 ottobre al Lingotto Fiere).

La Cooperativa, specializzata nell'allevamento e commercializzazione di pollame, ha da sempre puntato sulla qualità e il benessere animale (QUI approfondimento).

Si possono incontrare al Salone nei seguenti laboratori:

- Venerdì 24, dalle 11 alle 12, Workshop Johnny Gallo, un nuovo progetto di ristorazione informale che aprirà i suoi primi due punti a Roma e nel Nord Italia alla fine di quest’anno. 
Piatti veloci e da mangiare con le mani - presso 2E063 (area commerciale);

- Sabato 25, dalle 19,15 alle 20, ValVerde si presenta con Alessandra Bosetti, dietista della clinica pediatrica dell'ospedale Luigi Sacco e presidente dell’Associazione Giovani Diabetici Lombardia - presso 2E051 (area istituzionale);
- Domenica 26, dalle 15 alle 16, Workshop con Elisa Bianco, Food Business Manager Europe di Compassion in world farming (Ciwf) la maggiore organizzazione internazionale senza scopo di lucro per il benessere e la protezione degli animali da allevamento- presso 2E063 (area commerciale).

martedì 21 ottobre 2014

BOTTEGA REALE - I PIEMONTESI FANNO SISTEMA!


L'Associazione Terre dei Savoia ci informa della nascita di un marchio che lega produttori di eccellenza.  
40 prodotti multi categoria che verranno presentati al Salone Internazionale del Gusto, padiglione Oval 6C 022. Il marchio è Bottega Reale.

Bottega Reale –Saperi del Piemonte è uno dei primi esempi di filiera territoriale di settore nata da imprenditori, di categorie differenti di prodotti, che hanno saputo ritrovarsi su valori comuni: produrre bene, garantire l’autenticità delle materie prime della produzione piemontese delle erbe officinali - una delle prime in Italia per quantità e qualità del prodotto - difendere il consumatore da importazioni indiscriminate e difficilmente tracciabili.

Punto di partenza: la definizione di trenta profili distintivi che caratterizzano e rendono esclusiva la produzione piemontese delle erbe officinali. Un’impronta identitaria, individuata dal Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco di Torino - Corso di Laurea in Tecniche Erboristiche di Savigliano e tradotta in due disciplinari di eccellenza artigiana, uno per il settore alimentare e uno per la cosmesi, consegnati a settembre alla Regione Piemonte.

L’incontro tra i produttori piemontesi e la sinergia economica attivata, ha dato vita anche alla nuova linea di prodotti artigianali naturali a marchio Bottega Reale – Saperi del Piemonte
Si tratta di 40 nuovi prodotti a etichetta esclusiva Bottega Reale - Saperi del Piemonte – cui si aggiungono altri quaranta prodotti che affiancano il bollino “Bottega Reale- Saperi del Piemonte” a quello del produttore - legati alle zone tipiche di produzione: come la menta, l’assenzio, la camomilla e l’elicriso di Pancalieri, la nocciola dell’Alta Langa, il moscato del Roero, il miele dei coltivi in pianura e la lavanda delle Alpi Marittime.

I 40 nuovi prodotti di Bottega Reale – Saperi del Piemonte propongono nel settore alimentare la linea “Sapori e aromi per la tavola” ricca di elaborati dall’importante valenza territoriale: ci sono vermouth, arquebuse, sciroppi all’olio essenziale di menta, nocciole tostate, glassate, dragè o in crema, risotti alle erbe, infusi e pastiglie aromatiche.  
 
Un’innovativa etichetta conduce il consumatore, tramite codiceQR, alla pagina del sito www.bottegareale.com dove ciascun prodotto è presentato dal suo produttore e offre informazioni sulle materie prime e sulla lavorazione. Ogni produttore invita, inoltre, a scoprire i luoghi di produzione con un’offerta di itinerari esperienziali legata alla visita dell’azienda o a gustose occasioni per il palato.

L’ASSOCIAZIONE TERRE DEI SAVOIA

Terre dei Savoia è un’associazione no profit cui aderiscono 53 Enti locali, è riconosciuta dalla Regione Piemonte e ha sede legale presso il Castello Reale di Racconigi
Opera per la valorizzazione delle risorse artigianali, produttive e ambientali del territorio rappresentato. La progettualità di Terre dei Savoia è condivisa e fortemente sostenuta dalla Fondazione CRT e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Fossano.

Recentemente è stata istituita anche l’Agenzia Territoriale Europea (ATE), per portare a livello locale le strategie europee e l’internazionalizzazione, con l’obiettivo di sviluppare le filiere imprenditoriali e le catene di valore.

TERRE DEI SAVOIA
P.zza Carlo Alberto 6/A - 12035 Racconigi (CN).

lunedì 20 ottobre 2014

SALONE DEL GUSTO - ALCUNI CONSIGLI


Il Salone del Gusto-Terra Madre, la mega kermesse di Slow Food, sta arrivando puntuale a Torino (Lingotto Fiere, dal 23 al 27 ottobre).

Come sempre saranno giorni ricchi di appuntamenti, stimoli, polemiche, personaggi e cultura del cibo.

Saranno numerosi anche gli eventi collaterali e i laboratori con artigiani ed esperti dei vari settori legati al cibo. Numerosi appuntamenti ufficiali sono già da tempo sold out (QUI il link alle Conferenze).

Segnaliamo la presenza di alcuni amici, per meglio orientare i lettori di Eat Piemonte nell'oceano del cibo che è il Salone del Gusto.

Turismo Torino e Provincia avrà punti informativi vicino alle biglietterie e una presenza allo stand ufficiale di Città di Torino.

Lo stand ALBERGIAN e B.LANGHE sarà al padiglione 2, postazione 2E-058.
L'Agrimulino "La Cascina dei Conti" sarà al padiglione 2, postazione 2D-022 e presenterà anche una collaborazione con i ragazzi di Lievito Madre.
I ragazzi di Cocina Clandestina animeranno lo  stand Slow Food Piemonte e Valle d'Aosta venerdi e sabato dalle 20.30 alle 22.00 e domenica dalle 12.30 alle 14.00 realizzeranno uno show live. Sempre domenica anche uno speciale del Street Sandwich Lab (con la presenza dello chef Luca Loris Barbiero).
Agrisalumeria Luiset ci segnala la sua presenza allo stand della Regione Piemonte e domenica 26 ottobre (ore 13) al padiglione 2, postazione 2E-051 spazio "Incontrapiemonte".
Lo chef Marcello Trentini sarà invece in campo giovedì 23 ottobre dalle 13,30 alle 15,30 allo stand Pastificio dei Campi
Buon Salone del Gusto a tutti! 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...