lunedì 22 settembre 2014

#GUSTERLUISET - VINCERE LA SCOMMESSA DEL GUSTO


Ospiti di AgriSalumeria Luiset per il #GusterLuiset (un educational sul wurstel prodotto dall'azienda) abbiamo potuto toccare con mano una realtà in piena salute.

Accompagnato dal decano Gino Casetta alla scoperta della linea di produzione e dello stabilimento (inaugurato due anni fa) abbiamo visitato le aree di lavoro e parte dell'allevamento.
Una piena immersione nel Piemonte che funziona, una realtà familiare ormai a pieno titolo entrata nella vita di Eat Piemonte.
I sorrisi di Gino, Chiara e Mauro Casetta stanno portando il nome Luiset in giro per l'Europa, finalmente oltre i confini italiani.
35 prodotti di gamma (qui la linea salumi) per portare un territorio e una filosofia di lavoro nell'Olimpo del buon cibo italiano.
La strada è ancora lunga, ma basta vedere lo stabilimento e l'attenzione per l'ambiente e la salute animale per rendersi conto che Luiset è una scommessa vinta.
Non vogliamo influenzare nessuno. Cercate e comprate il prodotto e degustate. A voi il giudizio finale.

P.S: un ringraziamento a Valentina Casetta per l'invito e l'organizzazione.


Mauro e Chiara Casetta. La seconda generazione LUISET (foto di Davide Vitano).

venerdì 19 settembre 2014

SHIT AND DIE - ONE TORINO FIRMATA DA CATTELAN

Maurizio Cattelan - curatore di ONE TORINO 2014

Usciamo per un momento dall'ambito cibo per segnalare una grande novità della settimana dell'Arte torinese (dal 5 al 10 novembre 2014).

Al fianco di Artissima, The Others, Photissima, Paratissima e di tutte le altre iniziative culturali collaterali che animano la Torino artistica di inizio novembre Maurizio Cattelan firmerà la mostra "Shit and Die" One Torino.
Uno dei principali artisti italiani contemporanei ha regalato a Torino il privilegio di una mostra che racconterà la città attraverso i tesori dei suoi Musei.

Nella cornice di Palazzo Cavour, Cattelan accenderà i riflettori su Torino attraverso un percorso curatoriale certo non privo di sorprese, provocazioni e choc per parrucconi (inaugurazione il 5 novembre, chiusura 11 gennaio 2015).

Leggi approfondimento su Gazzetta Torino e Artslife.

giovedì 18 settembre 2014

FESTA DEL PANE A SAVIGLIANO - PANE MANIAC!



Il pane è ormai un prodotto "cool". Come avvenne per gelato e birra artigianale richiama appassionati e nuove imprese.

Ed è un bene per il Piemonte e il sistema agroalimentare italiano.

Dal 27 al 28 settembre, a Savigliano, la Festa del Pane (qui sito) aprirà al pubblico per spiegare e mostrare quello che il mercato offre oggi:

Anche quest’anno torna la Festa del pane.
Dal 27 al 28 settembre Savigliano celebrerà l’alimento principe della nostra tavola con una affascinante festa.
Il pane, sintesi dell’identità dei luoghi, del lavoro dei campi, della sapienza artigiana, del commercio, dei gusti, dei simboli e delle credenze, sarà infatti il protagonista assoluto di incontri, spettacoli, laboratori e concerti.
Piazza del Popolo sarà laboratorio a cielo aperto, con un’area adibita a deposito farine, una panetteria dove i più golosi potranno trovare un’ampia scelta di specialità locali e regionali, una zona dove si alterneranno i panificatori ospiti che illustreranno ai visitatori tutti processi dell’arte panificatoria, dal chicco fino alla pagnotta attraverso le mille forme del pane.
Insomma pane per i vostri denti e pane per tutti i gusti.
Pane da guardare, pane da assaggiare, pane da impastare, pane da raccontare e pane da ascoltare. E, ancora, pane da condividere, poiché il pane attraversa le generazioni ed è denominatore comune alle popolazioni di tutto il mondo, da nord a sud, con le sue forme più strane e i suoi sapori più diversi.
Una manifestazione ricca di sorprese che coinvolgerà dunque l’agricoltura, il commercio, l’arte e la tradizione e che si rivolgerà a grandi e piccini in un percorso nella storia del pane che solleticherà palato e intelletto.

Tante le collaborazioni e gli sponsor, fra cui anche il ritorno del mitico Street Sandwich Lab di Cocina Clandestina.
Scoprite il programma QUI.

martedì 16 settembre 2014

#GUSTERLUISET - AVETE VOGLIA DI GUSTARE UN PRODOTTO AGRICOLO?


Scoprire un wurstel agricolo e 100% Made in Italy è una gioia. E ad inizio settimana già pregustiamo il sapore.
Sabato 20 settembre, infatti, Eat Piemonte parteciperà alla giornata #GusterLuiset alla scoperta di un prodotto agricolo opera dell'Agisalumeria Luiset.

Accompagnati dal fondatore dell'azienda - Gino Casetta - scopriremo il prodotto ma anche la filosofia che ha dato vita all'intero processo produttivo.
Bruno Cingolani, chef del Dulcis Vitis di Alba, allieterà il pranzo con uno showcooking accompagnato dai vini dell'azienda Agricola Pescaja di Cisterna d'Asti.

Ci invidiate? Allora seguite la visita sui nostri profili social e su quelli di Agrisalumeria Luiset:
Pagina Facebook:   Agrisalumeria LUISET;
Profilo Facebook:   Agrisalumeria Luiset;
Twitter:   @AgrisalumLuiset;
Instagram:  @agrisalumluiset;
Pinterest:   AgriSalumeria Luiset.

giovedì 11 settembre 2014

MARKS&SPENCER FOOD - COME RACCONTARE VISIVAMENTE IL CIBO



MARKS & SPENCER PROMUOVE I SUOI ALIMENTI IN PURO STILE “FOOD PORN”, TRA PATATE CHE SI DENUDANO E SFERE DI CIOCCOLATO CHE EIACULANO MARMELLATA D’ARANCIA.

Arriva a dieci anni dalla pubblicità che servì a definire il termine “food porn”
Nessun computer è stato usato per ottenere le immagini, solo due registi francesi, un tavolo nero, e i prodotti. 
Il trucco è la fotografia time-lapse.

E’ la più innovativa e attraente pubblicità televisiva quella del cibo Marks & Spencer: sessanta secondi in cui gli alimenti sono protagonisti assoluti di erotismo. 
Ed ecco la patata che si denuda in un attimo e si chiama “Chopin”, le fette di limone che perdono gravità, un seducente uovo che sbava albume, bacche rosse che si scontrano in una marmellata, il formaggio che si fonde su un hamburger, una sfera di cioccolato che eiacula marmellata all’arancia, olio denso che cola sul pane, poi cosparso di farina, la maracuja spolpata da un cucchiaino e un panino che si arrotola come un lenzuolo.

(Fonte: Dagospia)

martedì 9 settembre 2014

QUANDO C'E' CAFFE' C'E' ORSO!


Orso-Laboratorio Caffè è la novità gourmet di Torino. Aperto a San Salvario è la meta per chi, come noi, è drogato di caffè ma è un pò saturo della solita tazzina.
Ad accoglierti la faccia vispa e sorridente di Giulio Panciatici che, con altri due soci, è il promotore di questo angolo per amanti della bevanda scura per eccellenza.

Già nei radar degli amanti del buon cibo di Torino (QUI recensione di "Un tocco di zenzero"), Orso è diventato in pochi mesi un punto di ritrovo del quartiere San Salvario.
Il tratto di via Berthollet dove si trova è un piccolo "angolo del gusto" anche per l'estrema vicinanza (li divide solo una porta in legno) con la gelateria Mara Dei Boschi e con la panetteria Ficini.



Si entra nel locale e il sorriso di Giulio ti accoglie ancor prima del profumo della tostatura e della materia prima.

"Faccio da sempre questo mestiere, ovviamente per passione - ci spiega Giulio - il caffè in Italia e' oggi considerato una commodities. Il nostro laboratorio esperienziale si pone come obiettivo quello di sottolineare e ricercare le diverse provenienze che hanno delle grandi differenze tra di loro".
Già la definizione di "laboratorio esperienziale" deve far capire di essere entrati in uno spazio diverso dal resto dei "coffee pusher" torinesi!

Continua Giulio - "quindi non la tazzina da buttare giù di fretta ma il ritorno alla preparazione e alla degustazione del caffè con la riscoperta di tutti gli aromi. Una tazzina di caffè possiede oltre 600 componenti tra minerali, vitamine e altro e normalmente in una preparazione frettolosa e malfatta vengono perse".
Ma Orso non si ferma alla novità, e si pone obiettivi per l'anno -"nostri obiettivi per l'anno sono l'introduzione del bio e l'individuazione sempre più precisa dei singoli produttori che lavorino secondo i principi del fair trade e della massima cura del prodotto in origine". 

Scontata è capire la reason why di un acquisto presso Orso "da questo e dal processo di torrefazione, assolutamente artigianale e per piccole quantità, offriremo ai nostri clienti un prodotto completamente differente da quanto oggi offre il mercato".


ORSO LABORATORIO CAFFE’ 
Via Berthollet 30 G , San Salvario-Torino.

Aperto tutti i giorni dalle 6 alle 18, chiuso il lunedì.

lunedì 8 settembre 2014

ANCORA EATALY FIRENZE - FRATTURA RICOMPOSTA?



La Nazione di Firenze e il Fatto Quotidiano (video sopra) documentano l'incontro fra il management di Eataly (nella persona di Francesco Farinetti) e i dipendenti dello store fiorentino.
La risposta di Eataly (pubblicata sotto) è abbastanza chiara e circostanziata. Lo sciopero avrebbe coinvolto 3 lavoratori su 97 e i numeri forniti durante la protesta sarebbero "gonfiati" poichè i dipendenti di Firenze sono 97 (e non 61) e il taglio dei contratti avrebbe riguardato il 26% della forza lavorativa (e non il 50%).

Eataly ha incontrato anche la CGIL per avviare una maggiore collaborazione fra azienda e sindacato.
Ovviamente, come sempre avviene in Italia, la divisione fra Guelfi e Ghibellini è ormai avviata.
Ma perchè nessuno analizza in quali condizioni lavorative versa un lavoratore medio del settore G.D.O.?
Perchè i 3 scioperanti di Firenze non passano una settimana da LIDL?



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...