Eventi sul cibo

Pescarmona Importatori ci porta a scoprire Bouvet Ladubay

Pescarmona Importatori ci porta a scoprire il marchio Bouvet Ladubay. Giovedì 7 giugno, a Torino, avremo modo di scoprire i loro vini e soprattutto parlare di gestione ed evoluzioni aziendali.

Non dobbiamo certamente svelare che l’ecosistema agro-alimentare francese è ancora un punto di riferimento importante  per il marketing e la gestione del brand e dei cosiddetti “patrimoni intangibili”.

 

Bouvet Ladubay: la storia della Maison

La Maison di Saumur, è stata fondata nel 1851 da Etienne Bouvet e sua moglie Celestine Ladubay, con l’acquisto di 8 kilometri di gallerie sotterranee, da utilizzare come cantina per la cantina Bouvet-Ladubay.

La cantina viene poi acquistata dalla famiglia Monmousseau, e nel corso degli anni, in particolare dopo la Seconda Guerra Mondiale, generazione dopo generazione, è riportata all’originale prestigio nazionale ed internazionale, sviluppando ulteriormente le esportazioni e l’altissima qualità dei vini prodotti.

Nel 1974, con lo scopo di migliorare ulteriormente l’export della Maison, Patrice Monmousseau si appoggia e accorda con il gruppo Taittinger, per la vendita della cantina Bouvet-Ladubay, pur restandone sempre saldamente alla guida.

Nel 2015, dopo la costruzione di un nuovo e innovativo impianto di vinificazione, poco distante dalla cantina storica di Saint-Hilaire-Saint-Florent, Patrice Monmousseau e sua figlia Juliette, riacquistano integralmente la Maison Bouvet-Ladubay, continuando il loro progetto spumantistico in equilibrio tra tradizione e innovazione.

Oggi come allora, la Maison produce vini di assoluta eccellenza e di inconfondibile espressione di territorio e di terroir, tra cui spumanti come il Bouvet-Ladubay Brut, il Saphir Vintage, il Rosé Excellence, il Bouvet Trésor Blanc e Rosé e il Crémant de Loire.

You Might Also Like

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.