Economia e analisi

Diageo-Belsazar: il Venture Capitalism nel cibo

Il Venture Capitalism (qui) è ormai un metodo di investimento riconosciuto ed applicato in più settori. Dagli orizzonti tecnologici della Silicon Valley, ha invaso il mondo e tanti settori.

Sicuramente il Food&Beverage, settore strategico globale per fatturato e tecnologia, non poteva sfuggire alla rivoluzione del Venture Capitalism.

Ultimo caso di cronaca, l’acquisizione da parte di Diageo del vermouth tedesco Belsazar (distribuito in Italia da Velier).

Belsazar nasce da un’idea di Maximilian Wagner e Sebastian Brack, ed esordisce nel settore food and drink a Berlino nel 2013: è la prima azienda acquisita da Diageo tramite Distill Ventures.

Distill Ventures, esempio di Venture Capitalism nel settore Food&Beverage, è stata creata da Diageo nel 2013 per essere il primo incubatore di alcolici del settore bevande: aiuta giovani imprenditori a sviluppare, scalare e promuovere i brand di bevande del futuro.

Mediante una combinazione di investimenti in liquidità, sponsorizzazioni e accesso a una rete di esperti, Distill Ventures collabora con i fondatori per rafforzare i brand.

Opera in numerose categorie di bevande e investe a ogni livello, dalla fase pre-lancio (o “semina”) fino ai passaggi che richiedono ingenti capitali per l’espansione. Diageo è il partner che mette a disposizione i fondi di investimento e l’accesso alla rete globale di esperti.

Venture Capitalism: tutti le realtà principali nel Food

Numerose sono le realtà di Venture Capitalism legate ad investimenti su alcoolici e cibo, dai prodotti alla ristorazione (a questo link una breve lista).

Notiamo l’italiana 21Partners, ma anche gli incubatori nati da multinazionali come appunto Distill Ventures o Unilver Ventures.

Queste società sono degli ottimi osservatori sulle tendenze di mercato, sono in grado di avvicinare i migliori talenti (che a differenza del passato cercano la via imprenditoriale e non il posto fisso, specialmente nel mondo anglosassone) alle Società multinazionali.

Ad oggi Distill Ventures ha investito in oltre 15 brand di bevande tra cui: Seedlip, il primo marchio al mondo di bevande distillate analcoliche, Stauning, whisky prodotto in Danimarca e Starward, un esclusivo whisky australiano invecchiato esclusivamente in botti da vino locali.

You Might Also Like

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.