Economia e analisi

La svolta ecosostenibile di Lavazza parte da Londra

Lavazza

Parte da Londra la svolta ecosostenibile di Lavazza.

Il gruppo torinese ha presentato nella capitale britannica Eco Caps, le sue prime capsule 100% compostabili, che debutteranno nei mercati di Regno Unito, Francia e Germania.

Lo riporta Il Sole 24 Ore.

Giuseppe Lavazza ha affermato: “Nei prossimi anni implementeremo le Eco Caps in tutti i nostri stabilimenti con l’obiettivo di completare la transizione nel 2025, quando tutta la produzione di capsule con i relativi imballaggi sarà interamente compostabile”.

Il lancio commerciale nel Regno Unito avverrà entro novembre.

In contemporanea con il lancio di Eco Caps, Lavazza ha anche presentato il prototipo della prima tazzina totalmente edibile: dopo aver bevuto il caffè, sarà possibile mangiare anche la tazzina.

È stata sviluppata da Cupffee, una società bulgara scelta da Lavazza come partner del progetto, e la tazzina è prodotta con una miscela di cereali.

Attualmente è in fase di certificazione.

Un’altra novità è rappresentata dalla partnership con PepsiCo per il lancio di Lavazza Iced Cappuccino, bevanda naturale a base di caffè più latte.

La produzione avviene negli impianti polacchi della Pepsi e sarà testata proprio nel mercato inglese, per poi essere riproposta in altre nazioni europee sulla base delle risposte raccolte in UK.

“Forniamo la materia prima e il nostro know how, mentre Pepsico si occupa del marketing, della distribuzione e vendita di questa nuova bevanda che ci permetterà di avvicinare i millenials e i giovanissimi”, ha raccontato Lavazza.

Nel 2018, Lavazza ha fatturato oltre 1,87 miliardi€, mettendo a segno un aumento del 6,6% sul 2017, con un utile netto di 87,8 milioni€ (+12,9%) e quasi i due terzi dei ricavi realizzati all’estero.

You Might Also Like

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.