Recensioni

Una cena al Sorij Nouveau sotto il cielo di Torino

Sorij Nouveau è il classico locale che entra nella mente del cliente quando si pensa dove consigliare una cena tradizionale piemontese.

Piero Primatesta, Silvia Rivolti (proprietari), Paolo Ribotto (Chef) e Mirko Galasso (Somellier, in uscita) hanno creato un’Enoteca con cucina che è realmente un punto di riferimento.

Non a caso Piero Primatesta è stato uno dei promotori di WinEat, un’iniziativa di sei prestigiosi locali che vogliono promuovere il concetto di “enocucina”: con questo termine si intendono quei locali che fanno del vino grande punto di forza (nelle accezioni di somministrazione e vendita da asporto), abbinando una cucina di pari valore.

Gli altri locali sono MAGAZZINO 52, QUADRE, ROSSORUBINO, TRE GALLI e VINOLENTO.

Sorij Nouveau: che cosa si mangia

Di fianco al vitello tonnato e alla pasta fresca fatta in casa, un menù tradizionale che esalta la materia prima e l’approccio stagionale e di ricerca di Ribotto.

Locale ideale per una cena con amici (come nel nostro caso) in una via centrale ma mediamente tranquilla come via Matteo Pescatore, in un dehor largo e comodo.

La cantina con oltre 370 etichette selezionate dall’uscente Galasso sono il plus del locale, ma la cucina consegna certezze al cliente.

L’esperienza per il cliente è solida, lo staff del Sorij Nouveau prende in carico la tua cena e gestisce in maniera professionale le 2 ore da passare seduti.

Antipasti, primi, secondi, carta dei dolci. Prezzi onesti (noi abbiamo speso circa 35€ a testa con bottiglia di vino) e la sensazione di poter consigliare questo locale senza ansie.

Sorij Nouveau, via Matteo Pescatore 10, tel. 011 884143, prenotazioni su The Fork.

You Might Also Like

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.