Startup e nuovi trend

San Salvario HUB: si torna a fare innovazione sociale

E’ stato inaugurato il progetto San Salvario HUB, l’associazione nata dall’ingresso del comitato di residenti all’interno dell’associazione via Baretti.

San Salvario HUB si propone come fulcro inclusivo, come catalizzatore delle risorse già presenti sul territorio di Borgo San Salvario che vengono messe a sistema e valorizzate secondo un principio di coesione sociale.

L’iniziativa sarà un erogatore di servizi a supporto di tutte quelle che sono le realtà associative già presenti sul territorio andando a individuare una serie di progettualità in costante confronto con le istituzioni, le fondazioni bancarie e le realtà produttive e culturali della citta’.

San Salvario HUB al suo esordio propone il progetto di Albergo Diffuso Naturale.

L’obiettivo primario del progetto è quello di promuovere lo sviluppo turistico di San Salvario con conseguente generazione di valore attraverso un modello di ospitalità sostenibile.

Obiettivo è la valorizzazione del territorio e della sua natura di distretto di eccellenza enogastronomica, di baricentro cittadino dell’intrattenimento e dello svago, di integrazione con la realtà culturale del quartiere come polo sociale inclusivo e partecipato dai cittadini.

Senza dimenticare il coinvolgimento di residenti, esercenti e commercianti in qualità di host attivi, mantenimento e valorizzazione delle strutture esistenti con finalità di riqualificazione architettonica, generazione di una filiera virtuosa coinvolgendo partner pubblici e privati: dai produttori locali, alle istituzioni, alle fondazioni bancarie, rispetto dell’ambiente e attitudine green nella scelta dei fornitori.

Altro obiettivo è la realizzazione, in collaborazione con la Circoscrizione 8, dello sportello contro la Malamovida a cui i residenti potranno rivolgersi per segnalare episodi di illegalità e degrado che possano verificarsi nonostante l’applicazione delle ordinanze.

Questo sportello quando vuole essere solo uno strumento di denuncia ma anche rappresentare la volontà di passaggio dalla Malamovida verso una Buonamovida andando oltre il conflitto tra residenti e esercenti e individuando, nelle segnalazioni, le suggestioni e le proposte per arrivare a un modello di Movida Sostenibile.

Infine Albergo Diffuso ha già un accordo di massima con Slow Food in funzione del quale in occasione del Salone del Gusto/ Terra Madre i delegati saranno ospitati favorendo modelli di integrazione e presidio sociale.

L’aspetto economico, dunque, ha una sua valenza: “ma vogliamo anche eliminare le sacche di illegalità legate agli affitti in nero, in particolare degli alloggi meno accoglienti”, dichiara a La Stampa Gianfranco De Maria, consulente di San Salvario Hub.

You Might Also Like

Nessun Commento

Lascia un commento