Eventi sul cibo

Sagra del Peperone e Open Baladin: cosa fare!

Sagra del Peperone e Open Baladin Fest animeranno il weekend torinese (qui sito Peperò e Open Baladin Fest) e piemontese.

Due grandi kermesse culinarie e POP di fine estate. Sagra del Peperone e Open Baladin Fest, infatti, permettono di accedere ad eccellenze con prezzi popolari in un clima di comunità.

Sagra del Peperone (Peperò) è partita già il 26 agosto, coinvolgendo per la 67° edizione la città di Carmagnola (qui info) e il suo prodotto must, il peperone.

La centrale “Piazza dei Sapori” (Piazza Mazzini) è affiancata da “Osteria Italia” in Piazza Bobba, con specialità dei vari territori italiani. Nei giardini del Castello i visitatori trovano “Cascina Piemonte”, spazio dedicato alle specialità regionali e il “Villaggio Tirolese”, grande successo dell’edizione 2015, una vera e propria esperienza culinaria alla scoperta del gusto del Südtirol in una baita di montagna ricreata per l’occasione.

Lo Street Food italiano di qualità è protagonista di Piazza Raineri e Piazza Bastioni, con specialità che si possono gustare sia seduti a tavola che passeggiando, ascoltando musica ed assistendo agli spettacoli di cabaret.

Dal 2 settembre al 4 settembre all’Open Baladin di piazzale Valdo Fusi, appuntamento con Open Baladin Fest. La manifestazione (ideata da Teo Musso), che giunge quest’anno alla terza edizione, vuole festeggiare i 20 anni della Birra Viva, cioè non pastorizzata, in Italia.

Per celebrare il ventennale della Birra Viva e del lavoro dei birrai sono stati invitati alla kermesse 200 birrifici, ognuno dei quali proporà la sua birra più rappresentativa, per un totale di 200 birre.

In programma anche la produzione di due birre in piazza, due cotte pubbliche, sabato 3 e domenica 4 settembre dalle ore 14. L’evento prevede la spiegazione di tutto il processo produttivo, dalle materie prime agli strumenti necessari per la preparazione delle birre.

La degustazione di birra verrà accompagnata dall’offerta di sei cucine di strada italiane. Saranno in piazzale Valdo Fusi: Trapizzino (Lazio), le polpette di Polpetteria Norma (Piemonte), la Bombetta della valle d’Itra (Puglia), il Lampredotto e la trippa fiorentina (Toscana), il gnocco fritto (Emilia Romagna), la patata ripiena di Poor Manger (Piemonte). A completare la proposta culinaria, saranno i fritti e gli hamburger preparati nel rispetto della ricetta Presidi Slow Food, preparati da Open Baladin Torino.

Inoltre, in collaborazione con Gelati Pepino 1884, verranno serviti il Pinguino alla birra Open White e per i più piccini il sorbetto alla Cola e alla Cedrata Baladin.

You Might Also Like

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.