Eventi sul cibo

Al via i Roero Days 2018: si torna sul territorio

Il Castello di Guarene ospiterà i Roero Days 2018, il 7-8-9 aprile.

Dopo le edizioni di Venaria Reale (2016) e Milano (2017) la manifestazione torna nel Roero. La scelta è spiegata dal Consorzio per la tutela del Roero sul loro sito:

La scelta di tenere una manifestazione nella regione d’origine del Roero Docg nasce da diverse considerazioni: il Roero, inteso sia come territorio sia come area vitivinicola, ha bisogno di essere sempre più conosciuto, in quanto si sta affermando nel mondo la tendenza a ricercare vini che siano espressione di un’area specifica, delimitata e dotata di proprie peculiarità.

In questo senso il Roero ha sicuramente grandi potenzialità di sviluppo, legate sia alla peculiarità dei propri vini sia alla bellezza paesaggistica sia a una storia plurisecolare.

Infatti, per quanto riguarda il vino, l’attenzione degli appassionati di ogni dove si va sempre più indirizzando verso la ricerca di vitigni autoctoni in grado di esprimere una personalità unica e inconfondibile.

Siamo infatti in un periodo di consumi in via di profonda modificazione: non più la ricerca di vini di stile “internazionale” basati su pochi vitigni coltivati ovunque ma la tipicità, la tradizione, la riconoscibilità territoriale innanzitutto.

Da ciò nasce la scelta di far convergere direttamente nella zona del Roero professionisti e appassionati provenienti anche da aree assai distanti.

Questa edizione dei Roero Days sarà in particolare dedicata a “Vigneti Sentieri Castelli Libri”.

I numeri dei Roero Days 2018

Le adesioni per l’edizione del 2018 sono salite a 75 Cantine. Numerosi i laboratori di degustazione, e quello di domenica 8 aprile (ore 13,00) sarà seguito sui social da alcuni inviati di Eat Piemonte.

L’elenco dei produttori aderenti ai Roero Days 2018 è scaricabile QUI.

Prezzo d’ingresso: 10€. L’acquisto del biglietto di ingresso darà accesso alla Sala Produttori con la libera degustazione di 75 Cantine del Roero.

L’offerta enologica sarà accompagnata da un’eccezionale selezione di formaggi e salumi piemontesi, grazie alla collaborazione fra il Consorzio Tutela Roero e Assopiemonte.

You Might Also Like

Nessun Commento

Lascia un commento