Recensioni

Piano35 Torino riapre: con quali speranze di successo?

Piano35 Torino

Piano 35 Torino riapre al pubblico il 3 settembre.

A guidare Marco Sacco (del Piccolo Lago di Verbania), che aveva accolto la sfida del ristorante più alto d’Italia già a settembre scorso.

Il ristorante riaprirà con la gestione di Sacco e con ingresso e un ascensore dedicati, risolvendo così uno dei tanti punti deboli strutturali delle passate gestioni.

Menù e prezzi di Piano 35 Torino

Il format è un’evoluzione di quello dello scorso anno, pensato per essere il più accessibile possibile.

Proposta per il pranzo che si condensa in 5 scelte (4 salate e 1 dolce) e, a cena, la scelta tra 3 menù (da 4 o 7 piatti):

– Piemonte a base regionale;

– Menù Mediterraneo;

– Piccolo lago, con i piatti più noti del ristorante omonimo sul lago di Mergozzo.

Cosa cambia con la riapertura

Christian Balzo, lo chef torinese già al “vecchio” Piano 35 Torino, viene confermato dopo un passaggio a Verbania.

Marco Sacco ha anche corretto alcune disfunzionalità della precedente gestione: “il difetto era che sui tre piani non c’era comunicazione, ora è un locale unico dove vivere più esperienze: il ristorante, l’area eventi Spazio Trentacinque e il lounge bar”.

Al Lounge Bar arriva la bartender Cinzia Ferro, proprietaria dell’Estremadura Café di Verbania e vincitrice di diversi premi nazionali e internazionali.

Fuori dal progetto quindi Mirko Turconi.

Crederci o non crederci?

Marco Sacco è certamente un nome affidabile per il rilancio. Il mercato della ristorazione torinese riuscirà a reggere una nuova apertura?

Il Lounge Bar diventerà un punto di riferimento?

You Might Also Like

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.