Economia e analisi

Il cibo ancora traino per le nuove aperture 2019 a Torino

Nuove-aperture-2019-a-Torino

Il cibo e le attività commerciali legate ad esso sono ancora il traino delle nuove aperture 2019 a Torino.

Facciamo ordine e mettiamo in fila le tante news uscite sui quotidiani e sui magazine online.

Un altro personaggio del  foodstar-business apre a Torino.

Iginio Massari, decano dei pasticceri ed incubo dei concorrenti di Masterchef, apre in piazza CLN (al 232).

Il locale si estende su di una superficie di 300 mq. con 70 posti a sedere.
Qui, i clienti potranno gustare dai macaron fino alla pasticceria salata, passando per i noti plumcake (tra cui quello al gianduja dedicato al Torino).
L’inaugurazione è prevista per gli inizi del mese di ottobre.
Il locale di Milano vi ha deluso? Nessun problema. Come anticipa il figlio di Massari a La Stampa, il locale sarà un nuovo esperimento di comunicazione e posizionamento di prodotto.
Ma i pasticceri sembrano non conoscere crisi, ed ecco arriva in via Accademia delle Scienze 3h il secondo negozio di Avidano, Maestro del Gusto e uno dei simboli gastronomici di Chieri.
A due passi dalla Farmacia del Cambio che ha scelto da tempo Fabrizio Galla come consulente ed anima della pasticceria.

Come ampliamente anticipato già a novembre 2018, anche Pescaria aprirà a Torino ad ottobre.

La foto del cantiere ha già fatto il giro dei social, scoprendo una location posta al fianco di Grom nei vecchi muri del negozio di abbigliamento Sebastian (in via Accademia delle Scienze 4).

Pescaria Torino

E Starbucks? Anche in questo caso il nostro blog era stato buon profeta a settembre 2018.

Ma ipotizzavamo una location in zona universitaria. Invece il gruppo Percassi ha optato per l’isola pedonale di via Amendola, proprio al fianco di via Roma e vicino al nuovo Principi di Piemonte.

Gli spazi dell’ex Emporio Armani ospiteranno dunque la filiale torinese della caffetteria di Seattle.

E in zona Mole? Nei locali di Palazzina Aldo Moro (aule Umanistiche di Palazzo Nuovo) sorgerà una piadineria con prodotti regionali italiani. E in piazza Vittorio aprirà un brewpub al posto del locale Opposto.

In via Po riaprirà la storica Pasticceria Ghigo, oggetto di profondi lavori di ristrutturazione.

E novità anche da zona Porta Palazzo. Si trasferirà in questa zona l’ormai iconico ristorante di cucina romana Dù Cesari.

You Might Also Like

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.