Economia e analisi

Mercato Metropolitano chiude a Porta Susa e si trasferisce

Mercato Metropolitano (qui sito) chiude il sito di Porta Susa e ricerca nuove location.

Andrea Rasca, ideatore dell’iniziativa, conferma ad Eat Piemonte che “sono state avviate trattative concrete per altre location su Torino, attendiamo le condizioni giuste per concludere”.

Per 1.000mq commerciali, la società proprietaria dell’immobile (facente parte del Gruppo Ferrovie dello Stato) incassava un affitto di 30.000€. Troppo oneroso per il business plan di Mercato Metropolitano.

Altri due nodi sul tavolo hanno fatto propendere per il trasferimento. La ristrutturazione dell’edificio (basta fare un giro dietro le quinte per rendersi conto delle precarie condizioni) e il mancato cambio di destinazione d’uso dei locali commerciali.

Mercato Metropolitano è ora aperto anche a Londra, dove il Gruppo Intesa Sanpaolo ha deliberato l’ingresso nella MMH – Mercato Metropolitano Holding e un investimento di circa 2 milioni €.

La banca italiana collabora da oltre un anno con la società di Rasca, che può contare su 5.000mq nella zona di Elephant&Castle.

Ma a Torino è stato successo? Diciamo che i problemi strutturali e la temporaneità dichiarata dell’impresa non hanno mai acceso i cuori di cittadini e turisti.

Porta Susa rimane una location con alto potenziale ma difficile per tutti i motivi descritti sopra. Sicuramente 10 mesi non sono un periodo sufficiente per ipotizzare un ritorno sugli investimenti accettabile e nemmeno per giudicare un’iniziativa commerciale complessa e in una città difficile come Torino. Vedremo gli sviluppi.

Nel frattempo, solo per oggi, gli amici della Pinguineria Pepino metteranno tutti i gelati ad 1€.

You Might Also Like

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.