Recensioni

Matteo Soria investe nella Cantina!

Matteo Soria è una cantina situata a Castiglione Tinella, in provincia di Cuneo.

La cantina è gestita da Matteo, quarta generazione della famiglia Soria ad occuparsi di vigneti e di vini: quaranta ettari di terreni circostanti la cantina, curati dal padre Sergio.

La cantina Matteo Soria ha una produzione contraddistinta per l’alta qualità e il carattere forte dei vini.

Da buona tradizione piemontese l’uva con cui lavora Matteo Soria è il Moscato bianco, con cui produce l’Asti D.O.C.G. Extra Dry e il Moscato D’Asti D.O.C.G., due denominazioni simbolo della zona. A questi due cavalli di battaglia si aggiunge una piccola produzione di Metodo Classico Brut Cuvée, a base di uve Pinot Nero 100% lavorate con metodo champenoise.

Una cantina ed una famiglia che ha scelto, da generazioni, di focalizzare la propria produzione sul solo vitigno Moscato.

Proprio con questo obiettivo Matteo Soria si è dotato delle tecnologie più avanzate (sia per quanto riguarda i macchinari di produzione, sia per il controllo della qualità) per poter vinificare al meglio le sue uve, che insieme alle caratteristiche della “terra bianca” conferiscono al vino eccellenti profumi caratteristici del Moscato di Castiglione Tinella, sentori unici riconoscibili ad occhi chiusi.

Inoltre, nel corso degli anni, la produzione è cresciuta, facendo aumentare anche lo spazio necessario: è nata così l’esigenza, nel 2014 di lavori di ristrutturazione e di costruzione della nuova cantina, ultimata ad ottobre 2018.

Matteo Soria: nuovo spazio moderno

Uno spazio moderno adatto all’accoglienza di visite di gruppi, appassionati, turisti.

Lo spazio degustazione è il cuore della cantina: uno spazio in cui ospitare, guidare ma anche formare gli ospiti, dalla vigna, al vino, agli abbinamenti gastronomici ma anche toccando la parte di usi e costumi della zona.

Un percorso che parte dall’uva per arrivare a offrire un’esperienza a 360° sul Moscato Bianco e sul mondo piemontese.

La cantina Matteo Soria ha progettato gli spazi nuovi pensandoli appositamente per l’ospitalità.

Le visite sono pensate per privati e per gruppi, sia in italiano che in inglese.

Ogni appuntamento prevede un momento di visita nelle vigne, dove si potrà conoscere da vicino l’uva Moscato bianco, una tappa nella cantina di vinificazione, con spiegazione delle tecnologie utilizzate per arrivare al vino, e poi il momento clou, la degustazione.

Ogni degustazione si contraddistingue per gli abbinamenti curiosi offerti: Matteo Soria gioca abbinando i vini a cibo dolce o salato, come nocciole, amaretti, salumi e formaggi, ma anche proposte diverse, per lo più del territorio piemontese.

La visita guidata ha una durata di circa 90 minuti, e si può effettuare nelle seguenti lingue: inglese, francese e italiano.

Crediti fotografici: (Eunice Brovida).

You Might Also Like

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.