Economia e analisi

Un laboratorio Social per i Maestri del Gusto

Da quando scrivo di cibo e Piemonte, un progetto ha sempre avuto la mia ammirazione: i Maestri del Gusto.

Progetto nato nel 2012 grazie alla Camera di Commercio di Torino e al know-how del suo Laboratorio Chimico e di Slow Food.

Del resto i valori di Slow Food sono stati fatti propri da questo territorio, concretizzandoli in una tradizione agroalimentare ormai ampia e qualificata: lo dimostrano il numero delle aziende coinvolte, dalle 50 del 2002 alle 182 dell’edizione 2016 in rappresentanza di 26 categorie.

Maestri del Gusto, insieme a Torino DOC, Yes! e molti altri progetti di filiera, sono la dimostrazione di quanto sia vitale in Piemonte la collaborazione fra pubblico e privato.

Possiamo scriverlo con grande orgoglio. Parte oggi, lunedì 13 novembre, il progetto Maestri del Gusto 2.0.

Sarà la prima tappa di un lungo viaggio per il miglioramento digitale delle aziende aderenti all’iniziativa.

Maestri del Gusto 2.0 nasce dalla collaborazione fra Camera di Commercio, Eat Piemonte e Social ITA, startup digitale di grande successo.

Maestri del Gusto 2.0: quali obiettivi?

Ogni progetto di consulenza parte dagli obiettivi. In questa prima parte del percorso, dedicata alle prime 24 aziende della rete che hanno deciso di aderire, abbiamo fissato quattro target aziendali:

  • Miglioramento dell’identità sociale sui Social Network;
  • Miglioramente del networking interno alle rete dei Maestri del Gusto;
  • Rafforzamento dell’identità di gruppo all’interno e all’esterno;
  • Creazione di nuovi prodotti collaborativi.

Obiettivi ambiziosi, ma indispensabili per creare valore economico per le aziende aderenti, iniziando un percorso prima di tutto sulle persone coinvolte.

Per la prima volta Eat Piemonte e Social ITA porteranno in aula una metodologia consulenziale che sarà un’esperienza pilota replicabile su tutta la rete.

Non solo comunicazione (attraverso l’approccio Jasper PCC, sperimentato per la prima volta in Italia) ma anche e soprattutto lavoro sulle relazioni umane e professionali fra produttori.

Maestri del Gusto 2.0: non solo SOCIAL

Fedeli da sempre all’approccio culturale che vede dimensione online e dimensione offline come due facce della stessa medaglia, abbiamo progettato per il Laboratorio anche quattro eventi di degustazione in una location rappresentativa della città di Torino.

Il primo evento sarà lunedì 4 dicembre, e a breve su vari profili social sveleremo dettagli, costi ed aziende coinvolte. Gli altri tre eventi saranno in gennaio e febbraio.

Maestri del Gusto 2.0: quali aziende?

24 aziende hanno aderito alla call pubblica della Camera di Commercio di Torino per partecipare gratuitamente al progetto. Saranno divise in 4 cluster e da oggi fino a fine febbraio lavoreremo in stretto contatto per raggiungere gli obiettivi prefissati.

Sono diverse per dimensioni e ovviamente per categorie, ma unite certamente dalla volontà di capire approcci differenti ai Social.

 

AZIENDA CATEGORIA
1. PASTIFICIO SAPORI PASTIFICIO
2. PASTIFICIO BOLOGNESE PASTIFICIO
3. GUST’ GASTRONOMIA
4. BOUTIC CAFE’ TORREFAZIONE
5. ANTICA TORREFAZIONE DEL CENTRO TORREFAZIONE
6. GIULIANO CAFFE’ TORREFAZIONE
7. MARA DEI BOSCHI GELATERIA
8. GELATERIA SILVANO GELATO D’ALTRI TEMPI GELATERIA
10. PASTICCERIA CASTELLI PASTICCERIA
11. MACELLERIA GIAMPAOLO MACELLERIA
12. LA FRUTTERIA DI GAIDO VERDURIERE
13. BIRRIFICIO SAN MICHELE BIRRIFICIO
14. GILAC BIRRIFICIO
15. BERNARD LIQUORERIA
16. AZ. AGRICOLA CARETTO VITICOLTORE
17. BALBIANO VITICOLTORE
18. LA MASERA VITICOLTORE
19. ROSSORUBINO ENOTECA
20. FATTORIA PIAN DELL’ALPE AZIENDA AGRICOLA
21. ZICCAT CIOCCOLATIERE
22. BIOAGRI / FORNO DEL BORGO PANETTERIA
23. LA MARGHERITA APICOLTURA
25. LA CASCINASSA CASARO
26. THE TEA
CASA DA Tè

 

You Might Also Like

Nessun Commento

Lascia un commento