Recensioni

I Maestri del Gusto di Torino e provincia salgono a 209!

Alla vigilia di Terra Madre, ieri sono stati premiati i Maestri del Gusto del biennio 2018/2019.

Sono 209 i premiati di questa edizione, selezionati da Camera di commercio, Slow Food e Laboratorio Chimico camerale per rappresentare al meglio la tradizione e il futuro dell’enogastronomia torinese.

Dove trovare il distributore automatico di latte e formaggi aperto 24h su 24, il mulino riservato alle farine senza glutine, il pane confezionato da portare in dono quando si è invitati a cena, i cioccolatini personalizzati per occasioni importanti, i marron glaces sbucciati a mano e canditi per 8 giorni o i sukai originali colati a mano in casse di amido di mais?

209 indirizzi sparsi in 82 comuni torinesi e divisi in 26 categorie, dalla A di aceterie alla V di viticoltori, passando per gelaterie, pasticcerie, gastronomie, ma anche olio, vermut, gofri e miasse.

Maestri del Gusto: formazione e managerialità

Ha osservato Vincenzo Ilotte, Presidente della Camera di commercio di Torino “La qualità da sola però non basta: oggi un buon Maestro deve essere anche un ottimo manager, con capacità gestionali, commerciali e di comunicazione. Per questo proponiamo a chi entra nella famiglia dei Maestri tutta una serie di opportunità di marketing, dalle fiere agli eventi di promozione nazionale, oltre che occasioni formative gratuite sui nuovi media, come il recente programma #MaestriDigital, perché anche le micro e piccole imprese del gusto sappiano crescere grazie al web”.

Chi sono i Maestri del Gusto?

Individuati da Camera di commercio di Torino e Slow Food Italia, e verificati dal punto di vista igienico-sanitario dal Laboratorio Chimico camerale, i Maestri sono passati dai 50 del 2002 agli attuali 209, divisi in 26 categorie.

Sono 37 i nuovi Maestri di questa edizione, presenti in quasi tutte le categorie, 92 invece i “Maestri da sempre”, selezionati da almeno 5 edizioni consecutive.

Per quanto riguarda le 26 categorie, quella più nutrita è rappresentata dalle pasticcerie con 22 selezionati, seguita dai viticoltori (20) e dalle gelaterie, con 19 Maestri.

Si moltiplicano poi negli anni le “contaminazioni” o le collaborazioni tra i vari Maestri, con eventi di presentazione congiunti, l’utilizzo reciproco delle materie prime nella creazione di nuove proposte o semplicemente la presenza di alcuni prodotti di altri Maestri del Gusto nei rispettivi punti vendita.

Circa il 38% dei Maestri ha sede a Torino città, ma la maggior parte è in provincia, in più di 80 comuni diversi.

Sono 14 i Comuni che per la prima volta quest’anno ospitano almeno un Maestro. Il Comune con più selezionati, escluso Torino, è Caluso con 10 Maestri, a seguire Carmagnola e Rivoli con 6.

Maestri del Gusto: nuovo logo

Ma il primo impegno di questa nuova edizione ora sarà ovviamente Terra Madre Salone del Gusto dal 20 al 24 settembre: una trentina i Maestri con una propria postazione posizionata nella Piazza dei Maestri, intorno allo stand istituzionale della Camera di commercio di Torino, e una cinquantina quelli che si alterneranno all’interno dello stesso stand nell’ambito del ricco programma di degustazioni gratuite e presentazioni dal titolo “Ogni pasto ha il suo Maestro”, con appuntamenti a colazione, pranzo, merenda e cena.

Durante la kermesse del gusto, i Maestri si troveranno poi anche in altri luoghi: 9 i birrifici nella Piazza della birra e 1 gelatiere in piazza Castello.

Tutti i nominativi e gli indirizzi dei Maestri del Gusto, con un nuovissimo logo più moderno e riconoscibile, sono raccolti in un dépliant distribuito allo stand istituzionale della Camera di commercio di Torino durante Terra Madre Salone del Gusto.

Maestri Digital

Ma online c’è molto di più: le storie, le immagini, i prodotti, le curiosità e gli eventi organizzati dai Maestri sono sul sito interamente rinnovato, con schede di approfondimento per ciascun Maestro, su Facebook (650 post già caricati e 14.250 follower) e Instagram (pagina attiva da dicembre 2017, conta già 1.000 follower).

Non solo: tra novembre 2017 e febbraio 2018 ben 23 aziende del progetto Maestri del Gusto hanno aderito a #MaestriDigital, un percorso innovativo finalizzato al miglioramento della comunicazione digitale, proposto gratuitamente dalla Camera di commercio di Torino nell’ambito dei nuovi compiti per la digitalizzazione delle micro piccole e medie imprese.

Sono stati 3 i momenti formativi frontali vissuti in aula e 5 gli eventi di degustazione (operativamente gestiti e progettati da SocialITA ed Eat Piemonte, ndr), che hanno portato alla crescita dei canali social dei Maestri coinvolti, oltre che alla nascita di collaborazioni spontanee tra numerose aziende, con la proposta di 8 nuovi piatti e la realizzazione finale di un docu-film.

You Might Also Like

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.