Economia e analisi

Mondo Social ed Enogastronomia italiana: sveglia gente!

Italian Data Flavour 2018 è una ricerca di data driven analysis sul rapporto fra mondo digitale e social e l’enogastronomia italiana.

L’anteprima è scaricabile a questo sito, ed indaga su 356 ristoranti e 273 Consorzi. I risultati sono scoraggianti.

Mentre, da fonte Tripadvisor, Italian Data Flavour 2018 afferma che 4 clienti su 5 cercano recensioni prima di prenotare un ristorante non conosciuto, la stessa ricerca ci dice che il 50% dei siti dei ristoranti sotto osservazione non rispetta gli standard minimi di SEO.

E parliamo dei 356 ristoranti stellati, quindi l’elite della ristorazione italiana 🙁

E spesso sono errori banali, come la mancanza di una meta-description (73% dei casi analizzati). E nemmeno 1 ristorante su 2 accetta la prenotazione online!

Sempre attraverso Tripadvisor, Italia Data Flavour 2018 ha analizzato 143.439 recensioni registrando anche il sentiment verso i ristoranti stellati (che sono sempre più un dato).

I social più utilizzati dai clienti si confermano Facebook ed Instagram, mentre resiste in terza posizione Twitter.

Negli Stati Uniti il 92% dei ristoranti usa Facebook per dialogare con i clienti (e l’88% destina un budget pubblicitario) solo il 24% dei ristoranti italiani analizzati lo aggiorna costantemente (di fronte ad una presenza dell’83%).

Italian Data Flavour 2018: male anche i Consorzi

Anche la presenza digitale e social dei Consorzi analizzati (273) non registra grandi picchi di buona gestione. Solo il 43% dei siti ufficiali prevede una seconda lingua e il 90% non rispetta regole SEO.

Il 44% dei Consorzi aggiorna la propria presenza Facebook (minimo due post a settimana).

Una situazione imbarazzante, una propria e vera priorità di comunicazione e posizionamento per migliorare la nostra proposta commerciale.

A Pambianco News Nicola Possagnolo, food advisor e digital strategist di Noonic (uno dei padri di Italian Data Flavour 2018), ha commentato: “se andiamo a vedere, come abbiamo fatto con questo report, il rapporto che lega ristoranti e consorzi di tutela con il mondo digital e social troviamo spesso due mondi paralleli, con i primi che non sono ancora in grado di sfruttare le enormi potenzialità dei secondi e di aumentare in questo modo il proprio business”.

Dati completi da ottobre.

You Might Also Like

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.