Economia e analisi

Mondo Social ed Enogastronomia italiana: sveglia gente!

Italian Data Flavour 2018 è una ricerca di data driven analysis sul rapporto fra mondo digitale e social e l’enogastronomia italiana.

L’anteprima è scaricabile a questo sito, ed indaga su 356 ristoranti e 273 Consorzi. I risultati sono scoraggianti.

Mentre, da fonte Tripadvisor, Italian Data Flavour 2018 afferma che 4 clienti su 5 cercano recensioni prima di prenotare un ristorante non conosciuto, la stessa ricerca ci dice che il 50% dei siti dei ristoranti sotto osservazione non rispetta gli standard minimi di SEO.

E parliamo dei 356 ristoranti stellati, quindi l’elite della ristorazione italiana 🙁

E spesso sono errori banali, come la mancanza di una meta-description (73% dei casi analizzati). E nemmeno 1 ristorante su 2 accetta la prenotazione online!

Sempre attraverso Tripadvisor, Italia Data Flavour 2018 ha analizzato 143.439 recensioni registrando anche il sentiment verso i ristoranti stellati (che sono sempre più un dato).

I social più utilizzati dai clienti si confermano Facebook ed Instagram, mentre resiste in terza posizione Twitter.

Negli Stati Uniti il 92% dei ristoranti usa Facebook per dialogare con i clienti (e l’88% destina un budget pubblicitario) solo il 24% dei ristoranti italiani analizzati lo aggiorna costantemente (di fronte ad una presenza dell’83%).

Italian Data Flavour 2018: male anche i Consorzi

Anche la presenza digitale e social dei Consorzi analizzati (273) non registra grandi picchi di buona gestione. Solo il 43% dei siti ufficiali prevede una seconda lingua e il 90% non rispetta regole SEO.

Il 44% dei Consorzi aggiorna la propria presenza Facebook (minimo due post a settimana).

Una situazione imbarazzante, una propria e vera priorità di comunicazione e posizionamento per migliorare la nostra proposta commerciale.

A Pambianco News Nicola Possagnolo, food advisor e digital strategist di Noonic (uno dei padri di Italian Data Flavour 2018), ha commentato: “se andiamo a vedere, come abbiamo fatto con questo report, il rapporto che lega ristoranti e consorzi di tutela con il mondo digital e social troviamo spesso due mondi paralleli, con i primi che non sono ancora in grado di sfruttare le enormi potenzialità dei secondi e di aumentare in questo modo il proprio business”.

Dati completi da ottobre.


There is no ads to display, Please add some

You Might Also Like

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.