Recensioni

Le 20 migliori Gelaterie artigianali a Torino

Quando si parla di gelaterie artigianali è impossibile non cadere nella polemica. Del resto, manca a tutt’oggi una definizione condivisa di gelato artigianale.

Nel nostro post, non abbiamo voluto fare classifiche ma escludiamo a priori le catene commerciali (es. Grom, La Romana, Niva) favorendo invece quei produttori evoluti che arricchiscono i quartieri e le strade con un business ancora molto stagionale.

Alberto Marchetti

Fresco di presentazione della Scuola di Alta Gelateria, Alberto Marchetti ha tentato da alcuni anni quel salto di qualità che manca a molti artigiani.

La sua “Casa Marchetti” di piazza CLN è uno dei laboratori del cibo di Torino, ospitando altre aziende e Maestri del Gusto di Torino e provincia.

Piazza C.L.N. 248 a Torino (e altri indirizzi).

Ciacci

Gusti e nomi particolari per questa gelateria aperta tutti i giorni. Ciaccissimo (biscotto Plasmon con crema gianduia e mandorle pralinate), Crema di sale (biscotto variegato al caramello e sale della Camargue), Pazzo (miele, zenzero, cannella, arachidi), Quello (cocco, cioccolato bianco, crema gianduia, cookies), Manduco (mandorle e confettura di sambuco).

Una specialità è la torta Cuore Granata (con tre tipi di cioccolato, ripiena di confettura di lampone).

Corso Belgio 176/B a Torino.

Conogelato

Il latte di bufala è di Caseificio Moris a Caraglio, elemento che rende i gusti cremosi e dolci.

Fra i più popolari, fior di bufala, pistacchio, gianduia, mascarpone, zabaione, cioccolato al latte – con un cru di cioccolato studiato su misura dal gelatiere – cioccolato fondente a base di acqua, crema sabauda con biscotti sbriciolati e sale.

Ci sono anche i sorbetti di frutta e il gelato espresso, che viene mantecato al momento.

Via Mazzini 22 a Torino.

D’Antan

Uno dei migliori gelatieri emergenti secondo Gambero Rosso, quel Nicolò Arietti che dichiara come uno dei suoi migliori gusti il Gelato del Vignaiolo, un sorbetto al lampone con Malvasia dolce DOC.

Altro protagonista di tanti Gelato Festival a Torino, con 10 anni di esperienza fra lavoro dipendente ed attività autonoma.

Via Nicola Fabrizi 37/C a Torino.

Dolce Mania

Oltre vent’anni di attività per i fratelli Lepori.

Ingredienti come uova biologiche, latte di qualità, frutta di stagione e in gran parte di provenienza locale, più ovviamente qualche concessione a referenze più lontane, come le mandorle e i pistacchi, entrambi di provenienza siciliana, le prime da Avola e i secondi da Bronte.

Da provare, oltre ai vari gusti, anche lo yogurt freddo da guarnire a piacere, le torte semifreddo e i mini dessert.

Via Guido Reni 205/a a Torino.

Gasprin

Mobili in legno e stile rassicurante, gusti proposti: torroncino, pistacchio, crema, gianduja, stracciatella.

Oltre ai gelati, granite, frappé (3-4€), brioche con gelato (3,50€), bicerin gelato e zabaione e cioccolata calda preparati al momento.

Corso Corso San Maurizio 49/A.

Gelatelier

In un ambiente accogliente, questa cremeria adiacente alla fermata della metro di Vinzaglio offre una scelta che spazia dai sorbetti alle torte, ai semifreddi e alle creme spalmabili.

Tra i gelati non solo i classici come pistacchio o nocciola, ma anche alcune particolarità come il Torta di mele, il Pekao e il Ramassin.

Corso Vinzaglio 28 a Torino.

Gelato DOK

Nata al fianco della Pasticceria dell’Agnese, aperta dal 2014.

Ha lanciato la Carta del Gelato, dichiarando solo l’utilizzo di prodotti natuali e di stagione.

Corso Unione Sovietica 415 a Torino.

Gelateria Popolare

Aperta da maggio 2007 è una gelateria artigianale molto attenta agli aspetti etici della filiera del gelato. Sorta in un quartiere caratteristico come Borgo Dora ha assorbito la personalità del luogo.

Via Borgo Dora 3 a Torino.

Il Gelato Amico

Gelato Amico vuole sostituire il latte tradizionale con quello di riso, eliminando i grassi animali ed introducendo quelli vegetali. Anche gli zuccheri sono naturali, dalla stevia al fruttosio allo zucchero di cocco.

La gelateria artigianale, però, non si vuole posizionare solo come proposta vegana. L’obiettivo dei soci è offrire un prodotto ad una larga fascia di clientela offrendo un prodotto “senza glutine” (certificato AIC) e appunto digeribile.

Via Principi d’Acaja 47 a Torino.

La Tosca

Riccardo Serra ha portato la tradizione di famiglia in una delle vie più interessanti per la presenza di molte botteghe gastronomiche.

La sua Tosca è un indirizzo interessante per il gelato a Torino, con una gamma di gusti (ne dichiara 36 nel periodo estivo) molto profonda.

Via Cibrario 50 a Torino.

L’Essenza del Gelato

L’Essenza del Gelato apre nel 2011. Piccola realtà fra le gelaterie artigianali nel centro di Torino, è vicina alla storica piazza Carlina, sempre più uno dei centri del gusto.

Vuole proporre un gelato sano e genuino, privo di aromi artificiali, conservanti e coloranti.

Via Principe Amedeo 21/f a Torino

Mara dei Boschi

Dopo l’uscita di Marco Serra poteva diventare l’ennesima gelateria anonima. Invece la strada per l’eccellenza è continuata con professionisti giovani e motivati. Molta ricerca sugli ingredienti.

Via Berthollet 30 H a Torino.

Marco Serra

Marco Serra è uno dei più quotati artigiani della zona di Torino. Il suo negozio di Carignano è diventato in 12 mesi un punto di riferimento.

Numerose le collaborazioni con Chef e realtà del cibo, tutte in cerca del suo gelato gastronomico perfetto.

Via Trento 8 a Carignano (TO).

MOOU Gelateria Artigianale

Una gelateria artigianale in periferia, con prezzi accessibili e qualità ottima. Negli anni scorsi vinse il premio come miglior gelato sia per la Giuria Popolare che per quella Tecnica al Gelato Festival con il gusto Arachimou: una base crema con caramello e arachidi salate.

Via Nicola Porpora 55 a Torino.

Ottimo

Giulio Rocci ed Emanuele Monero reperiscono materie prime di eccellenza per gestire il laboratorio e creare gelati come il Marco Polo: pepe del Madagascar, salvia fritta, burro noisette e fragole candite.

Tra i classici, il fiordilatte di cascina, il cioccolato al sale di Mozia, la crema Saint-Tropez.

Da ricordare le granite, le crêpes bretoni dolci e salate (senza glutine).

Corso Stati Uniti 6/c (e vari indirizzi).

Pepino 1884

Non può mancare questa storica gelateria di piazza Carignano.

Ormai l’iconico Pinguino è diventato un progetto retail ad hoc e il gelato è distribuito in molti negozi di prossimità. Ma una sosta estiva nel dehor di fronte a Palazzo Carignano è un lusso tutto torinese.

Piazza Carignano a Torino.

Gelateria Silvano – Via Nizza 142

Silvano Gelato d’altri tempi

Era uno dei nomi storici della gelateria torinese. Una grande azione di recupero dei nuovi proprietari l’ha portato a tornare fra i Maestri del Gusto di Torino e provincia.

Oltre ai prodotti classici c’è una vasta gamma di gelati per celiaci e per intolleranti al glutine.

Via Nizza 142 a Torino.

Torre Cremeria

La tradizione siciliana porta ad offrire una granita alla mandorla come poche altre su Torino.

Oltre al  gelato, le lunghe code estive sono quindi dovute alla completa gamma di granite (bestseller quella di pistacchio).

Mangiare il gelato dentro la classica brioche è un altro piccolo lusso da concedersi.

Corso Regio Parco 28 a Torino.

Vanilla Creams&Fruits

Nascosta dietro piazza Castello ma molto popolare, la gelateria non ha mire espansionistiche. Rotazione stagionale dei prodotti, frullati e macedonie con frutta fresca e guarnizioni da abbinare al loro yogurt greco

Via Palazzo di Città 7/b.

Gelaterie Artigianali: le citazioni

La nostra premessa di esclusione delle catene a carattere nazionale o locale ha lasciato fuori due interessanti realtà torinesi ancora di nicchia come Nivà Gelato e Gelaterie Mondello.

Gelaterie artigianali: il mondo delle Agrigelaterie

Meriterebbero un post a parte le numerose Agrigelaterie che circondano Torino e la sua campagna. Luoghi di bambini e famiglie, spesso via di salvezza e promozione economica per cascine e fattorie.

Agrigelateria San Pè (Cascina San Pietro 29a, Poirino) è stata la prima ed è ormai conosciuta anche come fattoria didattica e luogo di cultura.

Ma il recupero di fattorie e cascine ha coinvolto tutta la provincia di Torino, facendo lanciare a Coldiretti un flyer specifico sulle realtà aderenti a Campagna Amica.

Fra queste segnaliamo vicino a Ciriè – La Porporata – anch’essa fattoria didattica.

Infine segnaliamo Cascina Roseleto, realtà di riconversione nella produzione di latte e protagonista del lancio di due gelaterie a Villastellone e Torino.

You Might Also Like

3 Commenti

  • Rispondi
    filippo
    21 luglio 2018 at 7:22

    E miretti?

  • Rispondi
    raffaele
    3 agosto 2018 at 21:59

    definizione di “artigiani evoluti” la potreste scrivere?!non è chiaro questo termine.

    • Dario Ujetto
      Rispondi
      Dario Ujetto
      20 agosto 2018 at 12:41

      Artigiani che curano e capiscono anche altri fattori strategici oltre la cura del prodotto.

    Lascia un commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.