Eventi sul cibo

Gastronomix Canavese Monferrato: Chef in rete

Gastronomix

Dal 18 al 23 febbraio i grandi cuochi europei arriveranno per Gastronomix Canavese Monferrato, iniziativa del Consorzio Vini DOCG Caluso, Carema e Canavese in collaborazione con il Consorzio Barbera D’Asti e Vini del Monferrato e con il Consorzio Riso di Baraggia, ideata dal Progetto Wine & Food di Collisioni.

Come suggerisce il titolo, Gastronomix Canavese Monferrato non interesserà soltanto il vino: durante l’evento si parlerà anche di food e cucina piemontese e europea, con l’idea di creare vere e proprie “collisioni” culinarie tra chef piemontesi e chef provenienti da tutta Europa.

Numerosi saranno gli chef esponenti della cucina nord europea, che pochi giorni fa ha monopolizzato il podio dell’ultima edizione del Bocuse d’Or.

L’evento sarà un modo per scambiarsi esperienze, approfondire la cultura del vino e del food, conoscere in profondità i grandi prodotti artigianali italiani, mescolare tradizioni e, magari, inventare nuove collaborazioni che possano oltrepassare i confini nazionali.

L’evento si aprirà nel territorio del Canavese per spostarsi poi ad Asti, tra degustazioni, laboratori e cene a cura di grandi chef europei aperte al pubblico.

“In Canavese siamo davvero felici di avere questa grandissima opportunità, che per noi rappresenta un’iniziativa importante per dare visibilità internazionale al nostro lavoro” afferma Caterina Andorno, Presidente del Consorzio Vini DOCG Caluso, Carema e Canavese.

A guidare la manifestazione sarà Ian D’Agata, direttore creativo del Progetto Wine & Food di Collisioni.

Si parlerà di Piemonte, con le sue materie prime e la sua tradizione gastronomica in abbinamento ai grandi vini del territorio, ma anche di cucine europee e contaminazioni tra tradizioni gastronomiche diverse.

erbaluce

Gastronomix Canavese Monferrato: i protagonisti

Protagonisti dell’evento saranno i grandi vini del Canavese, del Monferrato e il Riso di Baraggia, unica varietà di riso italiana a vantare la denominazione di origine.

L’Erbaluce di Caluso, grande bianco piemontese, vino capace di abbinarsi a piatti di cucine anche più diverse; il Carema, il rosso del Canavese (al centro di un recente interesse internazionale per l’uva nebbiolo al di là della zona delle Langhe) e i grandi rossi del Monferrato con la loro spiccata vocazione gastronomica.

Arriveranno tra il Canavese e il Monferrato nomi importanti come:

Christopher Haatuft, Chef norvegese fondatore della cucina neo-fiordica dell’esclusivo ristorante LYSVERKET di Bergen, circondato dai fiordi patrimonio UNESCO;

Marianne Lumb, pluripremiata chef inglese reduce da Master Chef Uk;

– la superstar della cucina danese Jeppe Foldager, medaglia d’argento al Bocuse d’Or;

Maximilian Kindel, già vincitore del premio San Pellegrino come miglior emergente nel 2018, ora Chef presso il Ristorante due Stelle Michelin FACIL nel cuore del quartiere storico di Berlino, Mitte;

– Dalla Svezia Gunnar Forssell, decano della cucina svedese, medaglia d’oro presso l’Accademia di Gastronomia di Stoccolma conquistata per lo straordinario contributo alla diffusione della cucina made in Sweden in tutto il mondo;

Karl Ljung, vincitore del premio Chef Of The Year, acclamato da pubblico e critica con il suo nuovo ristorante L’AVVENTURA.

Saranno presenti inoltre l’ungherese Adám Pohner, del prestigioso ristorante KISTUCSOK, che si è distinto in patria guadagnandosi il diritto di rappresentare l’Ungheria alle finali europee del Bocuse d’Or.

All’appuntamento non mancheranno le stelle piemontesi ed italiane, come il due Stelle Michelin piemontese Gian Piero Vivalda, gli stellati Walter Ferretto, Davide Palluda, Andrea Ribaldone, Gabriele Boffa e Arcangelo Dandini.

Gastronomix-Canavese-Monferrato

Gastronomix Canavese Monferrato: il programma

Gastronomix Canavese Monferrato si aprirà il 18 febbraio a Ivrea, con due giornate dedicate alle denominazioni vinicole del Canavese e al Riso di Baraggia.

Sotto la guida di Ian D’Agata, i professionisti potranno approfondire la loro conoscenza dei grandi vini del Canavese in una giornata di masterclass, seminari e degustazioni tenute dal pluri-premiato autore di Native Wine Grapes of Italy.

Verrà approfondita la caratteristica versatilità del vitigno Erbaluce capace di dare non solo grandi vini bianchi, ma anche spumanti Metodo Classico e vini dolci ottenuti con tecnica di appassimento.

Il terroir dell’Erbaluce sarà oggetto di un intero capitolo della nuova pubblicazione di Ian D’agata per University of California Press Italy’s Native Wine Grape Terroirs (la prima pubblicazione universitaria approfondita su questo argomento in lingua inglese).

I partecipanti potranno inoltre degustare alcuni piatti tipici della tradizione canavesana, in abbinamento ai vini, in occasione della serata di gala il cui menù è firmato da Mariangela Susigan.

Il giorno seguente sarà di scena il Riso di Baraggia, l’unica Dop italiana del riso, che nasce in un territorio unico per ecosistema e terroir nelle provincie di Biella e Vercelli.

Il 20 e il 21 di febbraio l’appuntamento si sposterà nel Monferrato, presso la suggestiva location del Castello di Costigliole d’Asti.

Infine, nelle serate di venerdì 22 e sabato 23 febbraio, sono previste due cene tematiche aperte al pubblico su prenotazione.

Per info e prenotazioni scrivere a: gastronomix@outlook.it

You Might Also Like

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.