Economia e analisi

Chiusura piemontese di Bistefani: storia già scritta

La chiusura dello stabilimento Bistefani (qui articolo) è una storia già scritta. 115 lavoratori del sito piemontese saranno trasferiti in Veneto o, in alternativa, perderanno il lavoro.

Lo scorso martedì la Bauli (detentrice dell’azienda Bistefani e dei marchi collegati) ha annunciato, per voce dell’AD Stefano Zancan, la chiusura dello stabilimento piemontese di Villanova Monferrato e lo spostamento della produzione di krumiri e altri prodotti in Veneto, nello stabilimento di Castel D’Azzano.

Al quotidiano La Stampa, Zancan ha dichiarato che – “ho visitato dall’11 gennaio i vari stabilimenti del gruppo e devo concludere che la produzione a Villanova è di circa la metà di quella delle altre fabbriche, anche di quelle che producono meno. Questo, nonostante investimenti cospicui effettuati nello stabilimento e impegno da parte delle maestranze, rappresenta per il gruppo un peso insostenibile. Abbiamo ereditato una situazione già molto compromessa”.

Del resto il dissesto della Luigi Viale S.p.A. (pari a 35mil€) e il salvataggio da parte di Bauli nel 2013 non preannunciava una fine diversa. Bistefani era già compromessa, oggi la sentenza di morte definitiva.

You Might Also Like

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.