Eventi sul cibo

OPEN DAY BALADIN – TUTTO COLPA DI TEO!

Domenica 28 aprile, Open Day di Baladin a Farigliano e Piozzo. Una bella giornata, resa speciale dalla presenza di Teo Musso in carne ed ossa. Un “Virgilio” mai scontato che ha sempre qualche sorpresa nel cilindro come l’apertura di un locale Open Baladin nella “nostra” Torino (piazzale Valdo Fusi) che si affiancherà al già attivissimo Petit Baladin di San Salvario (ne abbiamo parlato QUI).

Un tour preceduto dalla degustazione delle birre Baladin (Nazionale, Open, Isaac, Super, Wayan) e un’immersione nel mondo dell’artigianalità “ragionata” di Musso. Del resto lo stabilimento è frutto di 3mil€ di investimenti, capace di lavorare 20.000 ettolitri all’anno (a pieno regime, non ancora raggiunto), sostenibile dal punto di vista energetico.

Prodotto di un’impresa visionaria ma capace di operare in modo strategico. Musso ci spiega anche altri numeri; oggi Baladin è dalle duecento alle quattrocento volte più piccola di un’industria birraia ma è fino a dieci volte più grande di un birrificio artigianale medio. Fra le righe l’imprenditore fa capire che la fine della moda “birra artigianale” lascerà sul campo molti morti ma selezionerà inevitabilmente le eccellenze e le nicchie.
Interessante per il “made in Italy” l’evoluzione della birra a marca “Nazionale”, una produzione che si avvierà a vedere tutta la filiera di produzione di origine italiana (coltivazione del luppolo compreso).
Per pranzo non poteva mancare un salto nella piazza di Piozzo, per vedere l’origine di tutto.
Le foto scattate sono sulla pagina Facebook di Eat Piemonte.

You Might Also Like

Nessun Commento

Lascia un commento