Economia e analisi

Artissima brinda a Prosecco: prove generali di tafazzismo

Artissima brinda a Prosecco.

Il giornalista Filippo Larganà ha segnalato la notizia data da Treviso Today. Dal 3 al 5 novembre, all’Oval del Lingotto, circa 50.000 persone (fra cui molti collezionisti, artisti, operatori e stranieri) degusteranno il Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG della Cantina Nino Franco.

E lo faranno nella terra di Canelli, Asti Spumante, Moscato, Alta Langa e Carlo Gancia. Siamo troppo provinciali o polemici se ci stupiamo?

Artissima brinda a Prosecco: cosa è successo?

Non sappiamo la catena di eventi che ha portato una Cantina di Prosecco a sponsorizzare una prestigiosa Fiera come Artissima. E non sappiamo se qualche realtà piemontese delle bollicine ha avvicinato l’organizzazione per sfruttare il selezionato palco e target di visitatori.

Avremo il vermouth Cinzano (del Gruppo Campari) e l’acqua Lauretana ma nessuna bollicina piemontese. Perchè?

Il Consorzio dell’Asti D.O.C.G. ha provato un approccio? Ci sono state resistenze da parte di altri sponsor? Cosa è successo?

I numeri di Artissima sono positivi, e l’assenza dello spumante piemontese è una beffa per il territorio. Parola magica, che poi evidentemente non si sa sfruttare alla prima occasione utile.

50.000 presenze selezionate valgono più di molti convegni. E la Fiera è proprio nel mese che precede l’arrivo del Natale.

Artissima brinda a Prosecco, e da piemontese non rido…

_______________________________________________________________________

Sito di Artissima, Oval del Lingotto, 3-5 novembre 2017.

You Might Also Like

1 Commento

  • Rispondi
    Msimone
    19 ottobre 2017 at 18:37

    Probabilmente quelli del consorzio Asti spumante DOCG sono seduti in attesa che il Cliente suoni.

  • Lascia un commento