Economia e analisi

Amazon GO: il futuro della GDO senza cassieri e casse

Quello che vedete sopra è il video di presentazione del nuovo supermercato Amazon GO (qui la presentazione sul sito Amazon). Un esperimento di nuova shopping experience, con l’utilizzo massivo di tecnologia e minor contatto umano possibile (il format non prevede casse e cassieri).

Come sempre, quando scende in campo Amazon, i grandi numeri operativi sono assicurati. Aperto come laboratorio per i soli dipendenti, il primo Amazon GO dovrebbe veder la luce a Seattle nei primi mesi del 2017. Si prevedono 2.000 aperture nei primi anni di attività.

Attraverso 1.000mq di spazio, verranno offerti prodotti di largo consumo ma anche gastronomia e prodotti freschi ready-to-eat. Per entrare sarà necessario avere uno smartphone e scaricare l’app Amazon GO.

Zero code in cassa, utilizzo di tre tecnologie già in sperimentazione sulle macchine a pilota automatico: il riconoscimento facciale, i sensori di posizione, il deep learning.

Our checkout-free shopping experience is made possible by the same types of technologies used in self-driving cars: computer vision, sensor fusion, and deep learning. Our Just Walk Out technology automatically detects when products are taken from or returned to the shelves and keeps track of them in a virtual cart. When you’re done shopping, you can just leave the store. Shortly after, we’ll charge your Amazon account and send you a receipt.

Già avevamo parlato di convenience store totalmente automatizzati (qui il post su Robert Ilijason) ma in questo caso si parla del gigante dell’e-commerce.

Quindi ci attende un futuro di zero risorse umane dentro uno store? No. Amazon parla di “in-site Chefs”, quindi sposta il valore da azioni di creazione manuale piuttosto che su azioni ripetitive come la cassa. E soprattutto l’assortimento sarà composto da prodotti di facile e veloce consumo, probabilmente con marche già conosciute.

Il contatto con il pubblico di personale skillato sarà probabilmente una leva di business di marche di retail premium, così come la spettacolirizzazione dell’atto artigianale e del concetto di bottega. Ma nulla vieterà di applicare le stesse tecnologie a format diversi.

La sfida per il mass-retail del futuro abbia inizio!

You Might Also Like

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.