Economia e analisi

Lo sviluppo di Alessi passa da Oakley Capital

Alessi

Il destino delle PMI di eccellenza come Alessi passa sempre di più attraverso l’entrata di nuovi capitali attraverso il private equity. Ed è un bene per tutto il sistema.

Il fondo Oakley Capital è entrato nel capitale dell’azienda piemontese di design, investendo circa 6 milioni di sterline (circa 6,6 milioni€).

L’azienda, si legge nel comunicato, era interamente di proprietà della famiglia fondatrice, che ha cercato un partner per aiutare lo sviluppo dell’azienda.

“L’esperienza di Oakley e la sua competenza nel settore dei consumi lo hanno reso un partner attraente in questa fase dello sviluppo di Alessi”.

La famiglia Alessi scenderà così al 60% del capitale dell’azienda di Omegna (Verbano-Cusio-Ossola).

“Due anni fa, con il centenario di Alessi, la famiglia ha iniziato a cercare un partner in grado di aiutarci ad adattarci al nuovo mondo globalizzato senza perdere la forza del nostro marchio, lo spirito di ricerca e l’eccellenza del design” ha detto il Presidente Alberto Alessi.

La strategia di Oakley si concentrerà sull’ulteriore espansione del brand, rivolgendosi a un nuovo pubblico e ottimizzando il mix di prodotti, prezzi e distribuzione.

“Siamo lieti di diventare investitori in un marchio così famoso in tutto il mondo. L’approccio unico di Alessi al design e all’innovazione di prodotto lo rende un’opportunità di investimento molto interessante per Oakley” ha detto Peter Dubens, managing partner di Oakley Capital.

You Might Also Like

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.